Agricoltura, la Regione proroga di un mese di bandi Psr 2014-2020

Mai: “Enormi ritardi del governo per la piena operatività del sistema informatico per inserimento domande”

 IVG.IT 18 maggio 2016

Regione. “Abbiamo deciso di prorogare di un mese il termine per l’accesso ai bandi del Psr-Piano di sviluppo rurale 2014-2020 per consentire alle imprese del settore agricolo e zootecnico di presentare domanda visti i forti ritardi riscontrati, e ancora non definitivamente risolti, da parte del ministero dell’agricoltura nel rendere pienamente operativo il Sian, il portale ministeriale per l’inserimento delle domande”.

Lo annuncia l’assessore regionale all’agricoltura Stefano Mai al termine della giunta straordinaria di ieri che ha approvato la proroga al 15 di giugno di nove bandi Psr aperti per un importo complessivo di risorse disponibili di 51 milioni di euro articolati in cinque misure: pagamento agro-climatico-ambientali, biologico, indennità natura 2000, zone con vincoli e benessere degli animali.

“La delibera approvata oggi recepisce la deroga, da parte della Commissione Europea, di un mese alla scadenza precedentemente fissata al 15 maggio – spiega l’assessore Mai – sui bandi già aperti è stata attivata la procedura di presentazione domanda attraverso il Sian, Sistema informativo agricolo nazionale da cui dipende l’avvio delle procedure per le imprese. Da mesi stiamo facendo pressing sul ministero dell’agricoltura perché sblocchi definitivamente il sistema per tutti i bandi, ma ancora ciò non è avvenuto”.

“Le conseguenze di questo assurdo stallo riguardano ovviamente le imprese agricole che si trovano penalizzate dalla situazione. Come Regione Liguria avremmo già pronti altri bandi per altre risorse disponibili per il settore, ma di fatto le misure sono ‘congelate’ temporaneamente vista l’impasse di natura tecnico-burocratica del portale ministeriale”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: