Balneazione: “Inutili i controlli del mare dopo acquazzoni”

Balneazione: “Inutili i controlli del mare dopo acquazzoni”

09 Ago 2018

Dall’ufficio stampa del Gruppo Regionale Lega Nord riceviamo e pubblichiamo

Mare pulito in Liguria: inutile eseguire controlli delle acque entro 48 ore da forti temporali, acquazzoni e burrasche. Interrogazione in Regione di Puggioni (Lega)

“Mare pulito in Liguria. Stante i fatti, appare inutile e uno spreco eseguire i controlli immediatamente dopo forti temporali, acquazzoni e burrasche perché si rischia che i risultati delle analisi siano fuorvianti e quindi da ripetere.

Ha ragione il sindaco di Laigueglia, Roberto Sasso Del Verme, quando si lamenta portando ad esempio ciò che è successo a metà luglio nella località turistica del Ponente ligure, dove l’analisi dell’acqua era stata fatta a distanza di poche ore da una burrasca con il risultato che il divieto di balneazione era stato emesso e poi prontamente ritirato creando confusione anche a livello mediatico.

Infatti, grazie all’intervento del sindaco, i controlli erano stati subito ripetuti e in realtà, come spesso accade, i valori erano già tornati nella norma nel giro di alcune ore. Tanto che le altre analisi avevano rivelato mare pulito e ottime condizioni di balneabilità, ancor prima che si installassero i cartelli di divieto di balneazione.

Pertanto, dopo la pausa di ferragosto, presenterò un’interrogazione in Regione per sapere se la giunta e l’assessore competente siano favorevoli a ripristinare la prassi vigente in passato. Ossia quella di aspettare 48 ore prima di effettuare i prelievi dell’acqua in caso di rilevanti episodi atmosferici, come forti acquazzoni, temporali, burrasche e altri simili eventi che si abbattono sui litorali della Liguria trascinando in mare tutto ciò che trovano”.

Balneazione: “Inutili i controlli del mare dopo acquazzoni”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: