Beni confiscati alla mafia, Viale: “Ruolo importante della Regione nei progetti di riutilizzo”

Liguria – “La Regione Liguria mette a disposizione le proprie competenze e le proprie strutture anche nell’ottica di accedere ai finanziamenti europei per arrivare al recupero del patrimonio immobiliare sequestrato alla criminalità organizzata. Restituire alla collettività, anche con fini sociali, gli immobili sequestrati è un segnale significativo nella lotta alle mafie, un attacco al cuore degli interessi economici della criminalità”. Lo ha dichiarato la vicepresidente e assessore regionale alla Sicurezza Sonia Viale che in giunta ha proposto che la Regione Liguria assuma un ruolo importante nell’intervento di riutilizzo dei beni confiscati, in particolare i cosiddetti beni ‘Canfarotta’ che ammontano a 115 immobili sequestrati di cui 95 nel Comune di Genova, in particolare nella zona della Maddalena.
Immobili – “Gran parte dei beni – ha spiegato la vicepresidente Viale – sono già stati censiti. Dopo numerosi incontri in Prefettura, la Regione si è proposta come parte attiva nel progetto di recupero e utilizzo degli immobili, garantendo anche il completamento del censimento dei beni attraverso Ire spa”.

Genovapost Martedì 13 dicembre 2016

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: