Cani in corsia, la Regione detta le regole

Secolo XIX Genova di martedì 26 giugno 2018

di Viani Bruno

IL PROVVEDIMENTO VENERDÌ IN GIUNTA. E IERI ALLA DORIA DI STRUPPA IL VIA ALLA PET THERAPY Cani in corsia, la Regione detta le regole L’assessore Viale: linee guida e buonsenso. Sì anche ai gatti ma col “trasportino” L’arrivo della meticcla Jean ieri alla residenza sanitaria assistenziale Doria dl Struppa BALOSTRO IL CASO BRUNO VIANI L’ACCESSO di cani e gatti in tutte le strutture sanitarie della Liguria sarà presto possibile, nel rispetto di resole precise. «Venerdì portero in giunta la delibera con le linee guida per regolare l’accesso degli animali da compagnia negli ospedali e nelle case di cura della Liguria – dice l’assessore alla Sanità della Regione Sonia Viale – in modo che, seguendo prescrizioni che assicurino il rispetto di tutti i ricoverati e le più assolute condizioni d’igiene e sicurezza, sia possibile diffondere la pet therapy in ogni realta: ospedali, case di cura e residenze sanitarie». La delibera, precisa Viale «è stata elaborata con la Asl2 e integrata con le osservazioni della direzione sanitaria del Gaslini e del Policlinico San Martino. Il documento è stato quindi sottoposto per valutazioni e osservazioni ad Alisa e a tutte le direzioni sanitarie e ospedaliere Asl, ricevendo commenti favorevoli. La condivisione è stata massima».

Le regole Tra le indicazioni contenute nelle linee guida della Regione molte sono di semplice buon senso, altre più “tecniche”. Gli animali potranno accedere alle aree interne comuni (sala d’attesa, corridoi esterni ai reparti, terrazzi) e ai reparti con esclusione di quelli più delicati, tra questi ultimi sono indicati i pronto soccorso ma anche Ostetricia e Nursery. «Nelle singole aree interne comuni e nei reparti di degenza è consentita la presenza di un unico animale per volta – recita il testo – avendo cura di pianificare gli orari di accesso degli animali con quello dell’orario delle visite ai degenti, seguendo un percorso individuato di volta». Per animali diversi da cani e gatti (che dovranno essere «puliti e ben spazzolati») potranno essere forniti permessi particolari. Ancora, sono previste regole di comportamento come «consentire, nel caso di paziente allettato, l’avvicinamento dell’animale dal lato libero da dispositivi medici invasivi (catetere intravascolare e urinario) in modo da preservarli da ogni contatto».

Alla Doria i cani X-Dog Alla Doria di Struppa sono stati gli stessi dipendenti a spingere per aprire le porte agli animali. E ieri l’istituto ha accolto per la prima volta Jean, una meticcia di sei anni metà pastore australiano e metà pastore tedesco dell’associazione Archi Pet. Con un successo sorprendente: sommersa dalle coccole di un primo gruppo di ospiti, Jean ha dato virtualmente il via alla pet therapy nella residenza sanitaria assistenziale che oggi accoglie 88 anziani. «Adesso verranno selezionati due gruppi, scegliendo i partecipanti tra le persone che non partecipano alle abituali attivita e hanno difficoltà a esprimersi», dice il commissario straordinario Marco Sinesi. Silvia Landriani, 31 anni, laureanda in medicina veterinaria, è una delle volontarie dell’associazione Archi Pet. «Oggi sono qui solo con Jean che già lavora con anziani e disabili ma con noi ci sarà anche il meticcio Logan». Sono due nomi presi dalla serie X-Men, dice »mai questo caso saranno X-Dog: pronti a farsi coccolare, a ricevere grattini e cibo, ma anche a saltare in braccio a chi vorrà incontrarli». Gli animali possono fare miracoli, assicura Monica Gaglioti, assistente sociale: «Organizzeremo incontri con due gruppi di ospiti, ciascuno di 8 persone, e la presenza di questi cani servira anche a farle interagire tra loro abbattendo le barriere. Intanto nonna Teresa ride grattando la pancia di Jean che ci sta e se la gode, mentre Maurizio Giribaldi, 72 anni ex dipendente e ora ospite della Doria, ripensa al suo boxer «che mi voleva un mondo di bene». E Mario Amici, 68 anni, bisbiglia qualcosa all’orecchio di un’infermiera: una malattia gli ha tolto la voce, la cagnolina meticcia gli ridona il sorriso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: