Case di riposo videosorvegliate da gennaio – Case di riposo più sicure con la videosorveglianza

Giornale del Piemonte e della Liguria di mercoledì 11 luglio 2018

di Bottino Monica

QUANDO IL GRANDE FRATELLO È UTILE CASE DI RIPOSO VIDEOSORVEGLIATE DA GENNAIO Il consiglio regionale approva la proroga per consentire alle strutture di adeguarsi alla normativa e partire con i controlli che tuteleranno maggiormente anziani e disabili ¦ Videosorveglianza nelle case di riposo della Liguria: si parte a gennaio. Ieri il consiglio regionale ha approvato all’unanimità una proroga proposta dal consigliere capogruppo del Pd, Pippo Rossetti, chee dà ancora qualche mese di tempo alle strutture per mettersi in regola. Si tratta di un passo avanti di civiltà a tutela dei ricoverati, ma anche dello stesso personale. Ora si attende il regolamento attuativo quanto prima.

Monica Bottino a pagina a ANZIANI E DISABILI Rossetti (Pd’ : «Ma Alisa deve dare le linee guida:, Case di riposo più sicure con la videosorveglianza Approvata una proroga in consiglio regionale ma a gennaio le strutture dovranno essere in regola Monica Bottino ¦ Videocontrolli nelle strutture protette dove sono ricoverati anziani e persone disabili o in difficolltà. Da gennaio 2019 tutte le strutture sociosanitarie dovranno aver installato un sistema di videosorveglianza, requisito indispensabile per ottenere e mantenere l’autorizzazione all’esercizio dell’attività sulla base delle innovazioni tecnologiche previste dalla terza parte della riforma del sistema sociosanitario, approvata a maggio dello scorso anno. «Siamo convinti che si tratti di un passo avanti importantissimo, nell’interesse non solo degli ospiti anziani, disabili e psichiatrici delle nostre strutture, ma anche degli operatori». La vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale è soddisfattia per l’approvazione – da parte del Consiglio regionale – della proroga dei termini per l’installazione dei sistemi di videosorveglianza, inizialmente prevista a giugno di quest’anno. L’approvazione segue il parere favorevole della Commissione sulla delibera approvata il 26 giugno scorso dalla Giunta dopo una serie di incontri tra Alisa e gli enti gestori. E infatti previsto l’obbligo per gli enti gestori di installare un sistema di videosorveglianza nelle strutture, con un sistema a circuito chiuso che garantisca esclusivamente le riprese video (non audio) degli ambienti, nel rispetto delle normative sulla privacy, che comunque vanno rigorosamente rispettate. Una proroga necessaria per fare in modo che le strutture non possano più dire di non avere il tempo o la possibilità di adeguarsi alla legge che tutela i più deboli. «Con questa proroga – conclude l’assessore Viale – consentiamo agli enti gestori di provvedere a soddisfare il requisito richiesto dalla normativa, anche nei casi in cui potrebbero insorgere problematiche legate all’installazione, come nel caso di edifici soggetti a vincoli». La proposta di legge è stata presentata dal Gruppo Pd, primo firmatario il consigliere Pippo Rossetti. «Una decisione importante – sottolinea Rossetti – che riesce a tamponare una situazione di vuoto normativo, dovuta alle incertezze di Alisa su come le strutture debbano effettuare la video o forse anche l’audio sorveglianza. Visto che in questi mesi non si è stati in grado di trovare delle linee guida chiare, in attesa che Alisa prenda una decisione, sono contento di essere riuscito, con questa legge, a regolarizzare l’attuale situazione. Adesso però si lavori per arrivare a delle regole precise e valide per tutti, garantendo, oltre alla sicurezza, anche la privacy dei malati». Sulla questione a livello nazionale c’è un disegno di legge, approvato a larga maggioranza dalla Cameradal titolo «Misure per prevenire e contrastare condotte di maltrattamento o di abuso, anche di natura psicologica, in danno dei minori negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia e delle persone ospitate nelle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: