Elisoccorso Genova, Agusta Westland torna in servizio dopo 10 anni di inattivita’

Elisoccorso Genova | torna in servizio elicottero Agusta Westland

Torna a voltare dopo anni di inattività l’Agusta Westland

, l’elicottero dei Vigili del fuoco che verrà utilizzato per il

servizio di emergenza

e le attività di elisoccorso.

L’Agusta Westland A109 Power Grand,acquistato nel 2008 dalla Fondazione Carige, è tornato nella disponibilità della Regione Liguria dopo la firma del rinnovo dell’accordo con il dipartimento dei Vigili del fuoco firmato dal ministro Alfano, avvenuta nel 2016: il suo rientro in servizio è stato festeggiato nel pomeriggio di lunedì all‘Eliporto dell’Ospedale Policlinico San Martino, con una conferenza stampa cui hanno presto parte il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, la vicepresidente e assessore alla Sanità, Sonia Viale, il direttore centrale per l’Emergenza e il Soccorso Tecnico del Dipartimento Vigili del fuoco del Ministero dell’interno, Giuseppe Romano, e il direttore regionale dei Vigili del Fuoco della Liguria, Silvio Saffioti.

«Oggi è una bella giornata, se non fosse che la politica rimedia a uno scandalo che è andato avanti da anni – è stato il commento del governatore Toti – Questo elicottero era stato donato dall’associazione Carige alla Regione Liguria una decina di anni fa, ed entra in funzione soltanto oggi dopo essere rimasto a languire in un deposito di Reggio Emilia a costo dei contribuenti, senza che nessuno lo mettesse in funzione. Abbiamo attrezzato l’elicottero con le più moderne strumentazioni di soccorso, celebrando anche il rinnovo dell’accordo con i Vigili del fuoco e il raddoppio della flotta aerea indispensabile per la sicurezza dei cittadini».

Toti e Viale, terminata la conferenza stampa, sono quindi saliti a bordo dell’Agusta Westland per un giro “inaugurale” nei cieli della Liguria: il mezzo, completamente revisionato e con il kit per il soccorso, sarà disponibile perprestazioni sanitarie in senso stretto(come per esempio trasporti sanitari urgenti di pazienti critici da ospedale a ospedale oppure trasporti d’organo), mentre l’altro velivolo dei Vigili del fuoco – l’AB412 multifunzione – sarà dedicato ai trasporti sanitari nel territorio ligure per emergenze di varia natura (come calamità naturali o incidenti stradali o interventi di soccorso nelle zone impervie dell’entroterra).

Nel corso della conferenza stampa sono stati resi noti anche i dati relativi ai soccorsi operati negli ultimi 10 anni dal Reparto Volo dei Vigili del fuoco della Liguria nell’ambito della “Convenzione elisoccorso integrato tecnico-sanitario”. In particolare, sono stati svolti:

  • 1463 soccorsi HEMS (sanitari), in media oltre 140 ogni anno
  • 2963 soccorsi in zona impervia e/o non regolamentata, circa 300 ogni anno
  • 4813 missioni di soccorso complessive, quasi 500 ogni anno
  • a fronte di circa 5000 ore di volo effettuate
  • con un tasso di disponibilità del servizio pari nel 2016 al 99,4%
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: