Emergenza, è attivo il numero unico “112”: ecco come funziona

Vantaggi per i cittadini e per gli operatori

Liguria. Da oggi è attivo anche in Liguria il numero unico di emergenza “112”, che sarà precisamente come il 911 americano, cioè da chiamare per ogni tipo di emergenza – forze dell’ordine, Vigili del fuoco, soccorso sanitario – e che smisterà le telefonate al giusto interlocutore.

Lo scorso 24 gennaio è stata effettuata la migrazione dei numeri 118 e 115 su Genova e per il 14 febbraio anche del 112 e 113. Per Savona la migrazione dei numeri 118, 115, 112 e 113 è prevista per il 7 marzo, per La Spezia il 28 marzo, per Imperia il 18 aprile. “L’attivazione del Nue consente una maggiore tempestività ed efficienza al sistema delle emergenze grazie agli strumenti di filtro e di smistamento delle chiamate verso il soggetto competente della presa a carico della richiesta”, evidenzia la vicepresidente e assessore regionale alla Sanità Sonia Viale.

“Noi siamo all’avanguardia assoluta, visto che siamo arrivati subito dopo della Lombardia e di Roma capitale – dichiara il presidente della Regione, Giovanni Toti – un successo straordinario per il nostro sistema e per noi, visto che in un anno dalle elezioni siamo riusciti a cogliere questo obiettivo. Ma è un successo soprattutto per i cittadini, che avranno un unico numero da chiamare e un servizio che fornirà più garanzie”.

A spiegare più nel dettaglio come funzionerà il nuovo “112” è il vicecapo della polizia, Prefetto Matteo Piantedosi: “Dobbiamo distinguere tra la percezione dei cittadini e le necessità degli operatori – spiega – i primi vedranno il beneficio diretto, visto che chiamando un unico numero, avranno immediatamente l’attivazione del servizio di emergenza appropriato. Per le forze dell’ordine, invece, avremo un filtro delle chiamate e quindi una riduzione delle stesse, che noi abbiamo stimato intorno al 60% in meno. Gli operatori dell’emergenza, quindi, saranno in grado di occuparsi meglio delle vere e reali necessità dei cittadini”.

Entro il 2017 altre Regioni avvieranno l’112: tutto il Lazio (a Roma è già operativo), il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria, il Trentino, l’ Alto Adige, le Marche”. E intanto il Numero Unico ha gia’ il suo primo record: “quasi due milioni di chiamate nel solo 2016″, a riprova del fatto che stia pian piano entrando a far parte degli strumenti utili della popolazione”.

Per il Direttore Generale Irccs San Martino-Ist, Giovanni Ucci “noi come ente attuatore per la Liguria del progetto NUE-112, siamo orgogliosi di mettere a disposizione dei cittadini le competenze tecniche e organizzative dei nostri professionisti per questo importante servizio. In prospettiva, il San Martino si propone quale riferimento regionale per la formazione e la divulgazione di una nuova cultura dell’emergenza a tutti i livelli, dai bambini agli anziani, dalla scuola agli ambienti di lavoro sino ai luoghi di ritrovo e di svago”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: