Farmaci oppioidi contro i dolori da malattie croniche, Liguria terza regione in Italia

Un numero “amico, punti informativi al San Martino e al Galliera e altre iniziative per la giornata “Cento città contro il dolore”

Genova. La Liguria è la terza regione in Italia per quanto riguarda il consumo di farmaci oppioidi, dato considerato un indice della presa in carico del dolore dei pazienti, sulla base del confronto tra i servizi sanitari delle varie regioni condotto come ogni anno dal MeS (Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa). Non solo. L’andamento crescente.

E’ una dele notizie emerse durante la presentazione, nella sala Trasparenza della Regione Liguria, della giornata “Cento città contro il dolore” che si svolgerà questo sabato 7 ottobre.

Regione Liguria insieme alla Asl3 Genovese, all’Ospedale Policlinico San Martino e al Galliera aderiscono all’iniziativa organizzata annualmente da Isal – Istituto di Formazione e ricerca in Scienza Algologiche per sensibilizzare istituzioni e cittadini sul problema del dolore cronico e per dare voce alle persone che, ogni giorno più di 200 milioni nel mondo occidentale, soffrono un dolore quotidiano e persistente provocato, ad esempio, da nevralgie, endometriosi, vulvodinia, fibromialgia, esiti da trauma, emicrania, herpes zoster, neuropatia diabetica.

grafico terapia del dolore

Giovedì 5 ottobre, Regione Liguria organizza un ‘filo diretto con lo specialista’, in particolare con i medici delle Cure Palliative di Asl3: telefonando al numero 0108497070 (dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 18) i medici delle Cure Palliative di Asl3 saranno a disposizione per fornire informazioni sul tema (terapia del dolore cronico, cure palliative, informazioni sui servizi correlati all’argomento).

I cittadini potranno anche ritirare materiale informativo presso gli Uffici relazioni con il pubblico e gli Sportelli unici distrettuali di Asl3 Genovese (distretto 8 Genova Voltri, Via Camozzini 95; distretto 9 Palazzo della Salute di Fiumara, via Operai 80 e Ex Manifattura tabacchi, via Soliman 7; distretto 10 Via Bonghi 6; distretto 11 via Assarotti 35; distretto 12 via Struppa 150 via Archimede 30 A; distretto 13 Via Bainsizza 42).

Alla giornata aderisce anche l’Ospedale Policlinico San Martino che allestirà un info point venerdì 6 ottobre dalle 9 alle 13 nell’atrio del Padiglione Monoblocco: il personale medico e infermieristico dell’Unità Operativa Terapia Antalgica, coadiuvato da volontari della Confederazione dei Centri Liguri per la tutela dei diritti del Malato e del Tribunale del Malato, sarà a disposizione dei cittadini per fornire informazioni sulle attività di terapia del dolore e per distribuire materiale informativo.

Anche l’ospedale Galliera aderisce all’iniziativa venerdì 6 ottobre con un info point nell’atrio dell’ospedale (via Volta 8) dove gli specialisti delle cure palliative e terapia del dolore e i volontari delle associazioni di volontariato e tutela presenti nell’Ente (Sostegno Genovese, Centro Tutela Diritti del Malato, Tribunale Diritti del Malato) saranno disponibili a dare informazioni dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 16.

“Il tema della terapia del dolore e delle cure palliative – afferma la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale – è per noi assolutamente centrale e prioritario: l’obiettivo delle azioni messe in campo è sostenere e affiancare sia le persone che hanno bisogno di queste cure sia i loro familiari. Il punto di partenza è l’informazione ai cittadini, che deve essere affiancata dall’attività di formazione dei medici di medicina generale, primo punto di riferimento, degli infermieri e degli specialisti che si occupano di questo tema. Ecco perché sono importanti le iniziative messe in campo insieme alla Asl3 e agli ospedali Policlinico San Martino e Galliera. Sul piano della formazione, poi – ha aggiunto l’assessore Viale – è stata avviata lo scorso anno un’intensa attività rivolta sia ai medici di medicina generale sia agli infermieri sia ai medici specialisti: le diverse iniziative sono state realizzate da ciascuna Asl ligure oltre che dall’Istituto pediatrico Gaslini, dall’ospedale Evangelico, dall’ospedale Galliera e dall’Ospedale Policlinico San Martino”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: