Fronton, baletta e pallapugno diventano “sport di tradizione ligure”

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la proposta di legge 117, presentata da Alessandro Piana

IVG.IT  24 luglio 2018

Regione. Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la proposta di legge 117, presentata da Alessandro Piana, (quando era capogruppo della Lega Nord Liguria-Salvini), e sottoscritta da tutto il gruppo e da Andrea Costa (Liguria Popolare-Noi con l’Italia), che intende valorizzare tre discipline sportive molto radicate sul territorio ligure: il “fronton”, oggi diffuso nella Liguria occidentale e, soprattutto, negli Stati Uniti d’America, il “pallonetto elastico” più conosciuto con il termine “baletta”, che ultimamente viene praticato soprattutto nelle manifestazioni estive, e la pallapugno.

La proposta 117, in particolare, modifica la Legge regionale n.40 del 2009 “Testo unico della normativa in materia di sport” aggiungendo fronton, pallonetto elastico e pallapugno agli altri cinque sport di tradizione ligure. Il gioco del pallonetto elastico si è mantenuto praticamente immutato fino all’inizio del XX secolo e solo nel ‘900 sono state introdotte alcune novità, rappresentate soprattutto dal materiale di cui è costituita la palla. Si tratta di una disciplina che oggi viene praticata soprattutto nell’entroterra imperiese, a Oneglia e Porto Maurizio.

Paolo Ardenti (lega Nord Liguria- Salvini) ha presentato il provvedimento rilevando le antiche origini delle due discipline sportive e illustrandone le regole che, per quanto riguarda il pallonetto elastico, sono simili a quelle della palla pugno. Ardenti ha ricordato che la pratica del pallonetto si è sviluppata soprattutto nell’imperiese, dove è stata praticata in regolari tornei dagli anni ’50 fino agli anni ’80 del secolo scorso.

L’assessore allo sport Ilaria Cavo si è espressa convintamente a favore della proposta di legge.

“Ringrazio il collega Piana e gli altri consiglieri – ha spiegato Ardenti – che hanno votato la nostra proposta di legge. Le finalità del nuovo provvedimento sono la tutela e la valorizzazione, considerata la loro tradizione ligure e popolare, delle due discipline sportive. Il fronton viene praticato nell’estremo Ponente ligure, ma anche negli Stati Uniti, Francia meridionale, Basso Piemonte e Toscana. Mentre il pallonetto elastico è ancora abbastanza diffuso in molte aree della Liguria Occidentale e negli ultimi anni viene giocato, in particolare, in occasione di manifestazioni estive”.

“Per entrambe le discipline sportive si tratta della sopravvivenza di una dimensione di gioco popolare e tradizionale che laddove si organizzino campionati italiani e tornei di ampio respiro (europeo o mondiale) può inoltre comportare un’ampia visibilità, anche turistica, del territorio ligure”.

 

Fronton, baletta e pallapugno diventano “sport di tradizione ligure”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: