I frantoi di inerti in cerca di terreni Enti e tecnici al lavoro per trovarli L’assessore ligure ai parchi Stefano Mai convocherà un tavolo tecnico

VAL DI MAGRA – LE AZIENDE non dovranno essere lasciate sole nel percorso di individuazione di nuove aree dove delocalizzare le proprie attività per lasciare “libera” la zona protetta del parco di Montemarcello Magra Vara. Per questo l’assessore regionale al parchi Stefano Mai ha annunciato la convocazione di un tavolo tecnico al quale dovranno sedersi, oltre alle aziende di frantumazione inerti che da anni lavorano all’interno dell’area sottoposta a vincolo ambientale, la stessa Regione, il Parco, Autorità di Bacino, Arpal e le amministrazioni comunali di Sarzana, Arco-la e Vezzano. Tutti insieme, uniti, nel trovare soluzioni alternative entro la fine dell’anno come stabilito dalla Regione Liguria. Il presidente dell’ente parco Pietro Tedeschi, ha sottolineato la necessiti del coinvolgimento di tutte le forze impegnate nella soluzione del problema sollecitando le amministrazioni cumemali a reperire alternative seguendo l’esempio di Sarzana. «Il Comune di Sarzana — ha ribadito Tedeschi — ha proposto le aree di Pallodola e Tavolara per la ricollocazione dell’impianto Serg della zona dei Falaschi. Dovranno farlo anche Areola, Beverino, Lerici e Vezzano per le azinde di competenza e per questo sarebbe opportuno che anche le associazioni ambientaliste facessero pressione sulle amministrazioni per sollecitarle a questa percorso. Siamo estremamente soddisfatti della volontà dell’assessore regionale a aprire una concertazione per dare impulso a una problematica che purtroppo è stata rimandata per dieci anni. DobIMPIANTO DI FRANTUMAZIONE A TAVOLARA? dobbiamo fare i conti con l’aspetto ambientale del Parco e della sua îunzinne che mal si lega a certe attività artigianali, ma allo stesso tempo non possiamo rimanere insensibili alla preoccupazione di centinaia di persone che vedono a rischio il proprio posto di lavoro».

E PROPRIO questo timore, di dover ulteriormente posticipare il progetto, sta accelerando la pratica. Il nuovo assessore al settore Stefano Mai, che è subentrato a Giacomo Raul Giampedrone nella gestione della delicata vicenda, ha confermato di aver inserito nell’agenda della prossima giunta l’approvazione del tavolo tecnico di lavoro per velocizzare t’inizio della concertazione. Il termine per portare a compimento l’iter di trasferimento è fissato al 31 dicembre. Massimo Merluzzi IL COMUNE di Sarzana avrebbe individuato nell’area artigianale di Tavolara, dove ha ancora un lotto di terreno rimasto invenduto, il sito dove ricollocare il frantoio di inerti della “Serg” costretto a uscire dai confini del Parco AREE PROTETTE L’assessore regionale ai Parchi Stefano Mai con il presidente dell’ente di tutela del Magra Pietro Tedeschi ***
La Nazione La Spezia 4-02-17
di Merluzzi Massimo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: