Il giorno degli Emiri. Missione genovese per esplorare nuove vie di investimento

La delegazione, guidata dal ministro dello sviluppo economico del paese arabo, a caccia di affari

03 luglio 2017 GENOVA24.IT

Genova. Una missione “diplomatica” per trovare e ritrovare nuove e vecchie vie di collaborazione e investimento in Liguria e a Genova. Questo il senso della visita di una rappresentanza politico-imprenditoriale proveniente dagli Ermirati Arabi, guidata dal ministro dello Sviluppo economico Al Mansouri.

“La Liguria è una terra attraente per gli investimenti e lo sarà sempre di più nel futuro. Per questo è un’ottima opportunità per gli investitori stranieri per venire ad aiutarci a sviluppare tante attività che abbiamo in cantiere. Loro hanno know how e capitali, noi abbiamo un territorio pronto ad accoglierli con specializzazioni importanti per il business del futuro: mi pare che ci siano tutte le condizioni per avviare un dialogo proficuo”.

Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che questa mattina, insieme al Sindaco di Genova Marco Bucci e all’assessore regionale allo Sviluppo Economico Edoardo Rixi, ha commentato l’incontro presso la sede dell’Ente in piazza De Ferrari con la delegazione araba.

Tra i presenti, anche il sottosegretario del ministero allo Sviluppo economico degli Emirati Arabi, l’ambasciatore in Italia, il console generale degli EAU in Italia, il presidente della Camera di Commercio di Dubai, l’amministratore delegato dell’Aeroporto di Dubai e rappresentanti del mondo economico emiratino.

“Il nostro obiettivo, oggi in piena sinergia con il Comune di Genova – ha aggiunto il presidente Toti – è strutturale solide sinergie internazionali: per crescere ci vogliono le idee, i business e anche i capitali e noi cerchiamo di metterli in fila tutti. Credo che uno dei compiti più importanti di una Pubblica Amministrazione sia fare da collante, da regia pubblica tra i grandi piani di sviluppo di una città e di una regione, gli investitori che vogliono trovare sbocchi per i loro capitali e i nostri imprenditori che hanno idee da sviluppare”.

Questa mattina la delegazione ha partecipato ad una tavola rotonda presso il Palazzo della Borsa organizzata da Regione Liguria, Liguria International e Camera di Commercio di Genova, a cui hanno preso parte molti imprenditori del territorio. “Finalmente la Regione Liguria è una regione aperta – ha affermato l’assessore Rixi – che parla col mondo per attirare investimenti e trovare mercati per le proprie aziende. Per noi è fondamentale creare partnership forti perché Genova possa dare il suo contributo per stabilizzare l’area mediterranea, tornare a crescere, rinforzare le nostre aziende e la nostra funzione di polo logistico europeo”.

Nel pomeriggio la delegazione ha visitato l’Istituto Italiano di Tecnologia e in seguito la sede storica della Camera di Commercio di Genova di Palazzo Tobia Pallavicino. Dopo la tappa di Genova, la delegazione proseguirà la propria missione nel Principato di Monaco e a Nizza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: