Imprese in crisi dopo crollo ponte Morandi, Benveduti: “Presto un fondo di investimenti ad hoc”

L’idea di Regione Liguria per aiutare tutte le imprese danneggiate in zona rossa e nelle aree limitrofe

Genova. “Nelle prossime ore forniremo ad Autostrade per l’Italia un elenco puntuale e aggiornato di tutte le imprese danneggiate nella zona rossa a seguito del crollo del Ponte Morandi in modo che venga riconosciuto un primo ristoro a tutte le aziende più pesantemente coinvolte”. Lo annuncia l’assessore regionale allo sviluppo economico Andrea Benveduti che ieri ha incontrato Autostrade per l’Italia insieme al segretario generale della Camera di Commercio Maurizio Caviglia e il Comune di Genova con l’assessore Paola Bordilli e i tecnici dell’assessore Giancarlo Vinacci.

“Autostrade per l’Italia – spiega Benveduti – nei giorni scorsi ha dato un primo ristoro ad alcune delle imprese che si sono presentate ai punti informativi allestiti dal Comune, Regione e Camera di Commercio. Preso atto di questo primo contributo fattivo per l’emergenza, forniremo alla società i nominativi di tutte le aziende in zona rossa, mappate dalla Camera di Commercio, per permettere anche a loro di accedere a questo ristoro immediato. Le aziende coinvolte nel crollo di ponte Morandi hanno tuttavia necessità di interventi strutturali organizzati. Per questo – prosegue l’assessore – abbiamo chiesto ad Autostrade per l’Italia di partecipare significativamente alla creazione di un fondo di investimenti alimentato da un pool di soggetti pubblici e privati al quale possano accedere tutte le imprese danneggiate in zona rossa e nelle aree limitrofe“.

Il fondo servirà a Regione per attivare strumenti finanziari e agevolazioni per fornire alle imprese anticipi risarcitori fondamentali per riprendere o trasferire le attività.
Da venerdì è online su www.regione.liguria.it il modulo E per la richiesta dei danni diretti e indiretti che le aziende possono già compilare. Il modulo permetterà a Regione di quantificare i danni subiti e valutare le azioni finanziarie da intraprendere.
Per sostenere le imprese colpite dal crollo di ponte Morandi è attivo il numero verde 800 681121, utile non solo per segnalare i danni subiti ma anche per chi volesse mettere a disposizione spazi per le imprese della zona rossa che hanno necessità di riallocarsi.

Imprese in crisi dopo crollo ponte Morandi, Benveduti: “Presto un fondo di investimenti ad hoc”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: