Interrogazione a risposta scritta in assemblea su Imu – Forze dell’Ordine – On. Giancarlo Di Vizia

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA IN ASSEMBLEA

Al Ministro dell’Interno, al Ministro dell’Economia e delle Finanze

Per sapere

Premesso che

stando a quanto rivelato dalla stampa nazionale, i regolamenti in vigore obbligano il personale delle Forze di Polizia a fissare la propria residenza nel Comune ove viene prestato servizio;

l’80% del personale della Polizia di Stato presta servizio in regione diversa da quella di origine;

in conseguenza di questa situazione, al personale delle Forze dell’ordine che sia proprietario di appartamento nel proprio Comune di origine o comunque in Comune diverso da quello di assegnazione viene applicata sulla propria abitazione l’IMU dovuta per la seconda casa, anziché quella agevolata per la prima;

situazioni paradossali sono poi quelle che concernono il personale della Polizia originario di zone terremotate come quelle dell’Aquila, che è costretto a pagare l’IMU pesante mentre vengono sostenute le spese di ricostruzione della propria abitazione:

se il Governo non ritenga opportuno intervenire sui regolamenti vigenti in modo tale da disciplinare differentemente l’obbligo di residenza del personale delle Forze di polizia e quali motivi ostino all’introduzione di un regime dell’Imu differente e non punitivo per gli appartenenti alle Forze di polizia che siano in servizio in Comune diverso da quello nel quale risultino proprietari di casa. On.le Giancarlo Di Vizia

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: