Interrogazione su allerta meteo Comune di Sant’Olcese

Genova, 5/11/14
Prot. RS/2014/316
Al Signor Sindaco
Comune di Genova
SEDE

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

VISTO che oltre alle errate previsioni ARPAL circa l’allerta, la sera del 9 ottobre u.s., ciò che a Genova non ha funzionato è stato tutto l’apparato della Protezione Civile e lo stesso ufficio meteo del Comune;
APPURATO che, invece, nell’alta Valpolcevera, presso il Comune di Sant’Olcese, dove molto probabilmente l’attenzione al territorio si è unita all’adozione di nuove tecnologie certamente in grado di assolvere i propri compiti, è stato possibile monitorare la situazione idrogeologica in tempo reale e messo al sicuro i propri cittadini tempestivamente;
APPRESO che il sistema adottato da detto Comune è “Teleallerta Meteo” ed ha visto un investimento di 27 mila euro permettendo di conoscere con mezz’ora d’anticipo il rischio esondazione del torrente Sardorella che attraversa il paese e consentendo al Sindaco di potersi attivare riunendo il centro operativo comunale e bloccando così anche il traffico sul ponte principale poco prima dell’esondazione;
INTERROGA LA S.V.
Per conoscere se non ritenga utile una verifica con il Primo Cittadino di Sant’Olcese che relazioni circa lo strumento che ha di certo superato ottimamente il test di allerta alluvionale e che potrebbe essere preso in considerazione dal Comune di Genova.

IL CAPOGRUPPO
Edoardo Rixi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: