La Lega «ruba» pure la piazza della sinistra – La Lega si prende pure la piazza della sinistra

Giornale del Piemonte e della Liguria di domenica 10 settembre 2017

di Crocini

La Lega «ruba» pure la piazza della sinistra Cesare Crocini a pagina 15 LA SQUADRA Le donne del Carroccio presenti venerdì alla festa provinciale della Spezia e, nella foto piccola, il segretario regionale Edoardo Rixi I DIBATTITI La deputata marocchina Suad Sbai contro lo ius soli La Lega si prende pure la piazza della sinistra La festa del Carroccio al centro Allende. Ma i dirigenti guardano avanti con l’obiettivo di Salvini premier Cesare Crocini quest’anno ha ospitato le ciale Fabrizio Zanicotti – conferenze leghiste che piuttosto abbiamo concepi• Si è tenuta venerdì sera al hanno riempito la giornata centro Salvador Allende la dalle cinque alle undici di festa provinciale della Lega sera. Il tema scelto per la Nord. Fin dal primo pome- giornata è ambizioso e guarriggio le bandiere del Car- da avanti, non dietro e solroccio sono state issate lun- tanto alle recenti sbornie go il perimetro esterno di elettorali: «facciamo squaquel parco che, negli anni dra, guardiamo al futuro». passati, è stato una delle lo- «Non siamo qui soltanto cation privilegiate della si- per festeggiare – ha spiegato nistra spezzina, mentre del resto il segretario provin *** to questo evento come un’occasione di confronto e approfondimento sulle problematiche più importanti del nostro Paese». E difatti, al grido annunciato di “Salvini premier” gli argomenti sono stati decisamente di ampio respiro, a testimonianza di un obiettivo ormai dichiarato: Palazzo Chigi. Angelo Sinisi, vicepresidente dell’associazioe LiguriaRussia, ha parlato della crisi di Crimea e dei rapporti di forza che esistono a livello geopolitico tra Stati Uniti, Europa e Federazione Russa; mentre Suad Sbai, deputata salviniana di origine marocchina, ha demolito la proposta di legge sullo ius soli nell’ambito di un tavolo di confronto tutto al femminile, moderato dalla giornalista della Nazione Laura Provitina e che ha visto protagoniste anche Sonia Viale, Stefania Pucciarelli e Amanda Giardini. «Dobbiamo lavorare per il paese e per i nostri giovani – ha dichiarato la deputata di Noi con Salvini – che non possiamo lasciare andare all’estero a lavare i piatti per pochi euro, e rimpiazzarli con i clandestini».

E stato poi il turno dei sindaci: la savonese Ilaria Caprioglio e il padrone di casa Pierluigi Peracchini hanno affrontato il tema dell’emergenza migranti, supportati in questo da un politico di lungo corso come Attilio Fontana, ex sindaco leghista di Varese ed ex presidente ANCI. «Dobbiamo tornare ad essere un paese serio, che dice quante persone può ospitare e fa imparare loro una lingua e un lavoro, senza fare entrare tutti indiscriminatamente – ha scandito il primo cittadino di Spezia – oggi è stata creata una emergenza per permettere di guadagnare facilmente a certe lobby. Non si può andare avanti così: dobbiamo accogliere soltanto chi scappa dalla guerra per davvero». In ultimo sono saliti sul palco Edoardo Rixi e Manuel Vescovi, rispettivamente segretari regionali del Carroccio ligure e toscano, che hanno delineato le prospettive future per una Lega di governo nazionale. A introdurli è stata la consigliera regionale Stefania Pucciarelli che, perfettamente a suo agio nei suoi panni della pasionaria spezzina, ha suonato la carica ai suoi militanti: «Vogliamo portare Matteo Salvini alla Presidenza del Consiglio, perché l’Italia è in ginocchio e soltanto il nostro buon governo può risollevarla». Insomma: dopo essersi lasciata alle spalle il successo delle amministrative, la Lega spezzina guarda già alle politiche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: