La Liguria fa il pieno per Salvini, Senarega: ora ricominciamo dalla campagna anti euro.

Anche la Lega Liguria sceglie Matteo Slavini. Nessuna sorpresa nelle urne allestite per scegliere il nuovo leader del movimento che succederà a Roberto Maroni. <Umberto Bossi resta un punto di riferimento per tutti – spiega l’esito Sonia Viale, Segretario Ligure del Carroccio. Ma con questa giornata la Lega ha espresso la propria voglia di andare avanti e di guardare a un futuro con tanta voglia di lavorare e di farsi sentire. Ho fatto il giro di tutte le nostre sedei provinciali e ovunque c’è stata molta partecipazione>.

Soddisfattissimo, ovviamente, il neo Segretario Provinciale genovese Franco Senarega, eletto domenica scorsa e subito alle prese con la cmpagna d’inverno anti euro. <Già alle 15.00 avevano votato oltre la metà degli aventi diritto alle nostre primarie – parte con una doverosa soddisfazione per la chiamata a raccolta del popolo del Carroccio. Ora di aspettiamo un periodo di duro lavoro, a partire dalla battaglia anti euro, per dire basta a un sistema che non ha portato alcun vantaggio. La nostra Liguria oltretutto sta pagando ancor più gli effetti della crisi a causa dell’immobilismo di un sindaco come Doria, paralizzato dai diversi estremismi della sua coalizione>. Senarega e Viale mettono in evidenza soprattutto la grande voglia della Lega di ripartire, dopo il terremoto che ha scosso il movimento. A partire dalla Liguria. <C’è stato un periodo in cui c’è stata tanta sofferenza, soprattutto perché la Lega è un partito di gente che crede in quello che fa e che quindi patisce sulla propria pelle ogni situazione che fa il male della Lega>, spiegano i vertici del Carroccio ligure. L’Appuntamento con le Europee è dietro l’angolo, ma ora l’obiettivo è quello di ripartire anche con volti nuovi.

Il Giornale della Liguria

08-12-13

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: