La passerella di Paraggi è una realtà «Adesso la provinciale entro Pasqua»

Secolo XIX Levante di mercoledì 5 dicembre 2018

di Pedemonte Silvia

TRA “SANTA” E PORTOFINO La passerella di Paraggi è una realtà «Adesso la provinciale entro Pasqua» Inaugurata ieri la pedonale: realizzata in cinque giorni lavorativi. A Natale sarà aperta a tutti, con servizio navetta di Atp 1. La parte di passerella realizzata sul posto: si vedono le protezioni in tubi innocenti. 2. II taglio del nastro. 3. La devastazione sul lato mare della passerella. 4. Portofino sullo sfondo. 5. I tecnici che hanno realizzato l’opera. 5. La voragine che ha inghiottito la strada.

Silvia Pedemonte SANTA MARGHERITA Passerella pedonale che ricollega Santa Margherita a Portofino: dopo il taglio del nastro, ieri, con le autorità — madrina, la consigliera a marketing e comunicazione di Portofino Emanuela Morabito — oggi si decide in che modalità e con che tempi aprirla al pubblico. Un dato certo, c’è: entro Natale la passerella pedonale, che è lunga 120 metri evada poco dopo la zona della Cervara a poco prima di Castello Bonomi Bolchini, con successive due passerelle più brevi, verrà aperta a tutti. Prima, invece? La decisione verrà presa questa mattina a Santa Margherita nella riunione fra il Comune di Santa Margherita, con il sindaco Paolo Donadoni; il Comune di Portofino, con il primo cittadino Matteo Viacava; la Città metropolitana, con il consigliere incaricato alla Viabilità Franco Senarega. Manca ancora la fase del consolidamento e, appunto, del disciplinare di utilizzo anche alla luce del fatto che il passaggio delle persone dovrà essere in sicurezza con i concomitanti lavori per il rifacimento della strada. Un’opera realizzata in tempi record, la passerella, dalla trevigiana Euroedile, incaricata da Città metropolitana: cinque giorni lavorativi appena, per l’opera. La pedonale sulla Carega — dal nome dello scoglio, con il pino d’Aleppo, simbolo della resilienza del territorio tutto: che è stato travolto, sì, ma mai si è abbattuto — come simbolo di efficienza di lavoro di squadra fra Comune, Città metropolitana, Regione Liguria come evidenziano il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni e Matteo Viacava, primo cittadino di Portofino. Luca Franzi, sammargheritese, ideatore dell’adesivo con il *** simbolo del pino d’Aleppo consegna al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti il logo, incorniciato, con dedica. Ci sono tutti i sindaci del territorio: con Viacava e Donadoni ecco Carlo Bagnasco (Rapallo) e Franco Rocca (Zoagli). C’è l’assessore alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone. C’è ilviceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi Politici. Ci sono le forze dell’ordine, le autorità. Prima passerella che testa dal vivo la I NUMERI portata: che è di 400 chili per metro quadrato. Ora, i traguardi: pedonale di collegamento aperta a tutti entro Natale, con servizio navetta che Atp già ha messo in pratica, ieri, portando le autorità da Paraggi a Portofino. E strada entro Pasqua. Franco Senarega, consigliere incaricato alla Viabilità per Città metropolitana è l’uomo chiave della ricostruzione, qui. «I meriti voglio darli alla struttura di Città metropolitana, agli ingegneri Pietro J i giorni impiegati dall’azienda trevigiana Euroedile per la posa della passerella pedonale di collegamento tra la Cervara e Castello Bonomi Bolchini, dove la strada provinciale 227 è completamente crollata durante la mareggiata di fine ottobre 120 metri la lunghezza 1 metro la larghezza JO i moduli da 2,5 metri utilizzati 2JU i pannelli di ferro 12.000 kg il peso totale del materiale Porto PARAGGI •_ <8°/0 la pendenza media 400 kg/m2 la portata massima Bellina e Stefano Belfiore: tutti si sono presi a cuore questo impegno senza guardare sabati, domeniche, orari. Per la strada, adesso: il progetto è stato definito, i primi interventi in somma urgenza li stiamo facendo, per il resto a fine mese si procederà con la manifestazione di interesse e il bando per individuare il soggetto che realizzerà il ripristino della strada. È ambizioso, il traguardo di Pasqua. Io dico che è fattibile, però». — pedemonte@@ilsecoloxix.it IERI ALLE 14 per il taglio del nastro (madrina Emanuela Morabito, consigliera di Portofino) sono intervenuti il viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi, il presidente della Regione Giovanni Toti, l’assessore regionale Giacomo Giampedrone, il consigliere metropolitano alla Viabilità Franco Senarega, i sindaci Paolo Donadoni (Santa Margherita), Matteo Viacava (Portofino), Carlo Bagnasco (Rapallo), Franco Rocca (Zoagli) e altre autorità civili e militari Oggi Comune di Santa Margherita, Comune di Portofino e Città Metropolitana redigeranno il disciplinare per l’utilizzo della passerella. Verrà aperta al pubblico entro Natale, ma si valuterà l’apertura anticipata ai residenti Proseguono intanto i lavori per il rifacimento della strada: l’obiettivo è realizzarla entro Pasqua 2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: