La strada 586 è pericolosa, Mazza scrive a Roma

Nuovo Levante di venerdì 14 dicembre 2018

VAL D’AVETO Sotto la lente buche che sono diventati crateri e piccoli rattoppi fatti da Anas non bastano La strada 586 è pericolosa, Mazza scrive a Roma SANTO STEFANO D’AVETO – REZZOAGLIO Ifni) «Strada Statale dissestata e pericolosa in Val d’Aveto. Dopo l’interrogazione dello scorso 20 novembre, presentata in Regione per sollecitare Anas a riprendere e finire lavori del manto stradale sul tratto ligure della SS 586, ho inviato anche una segnalazione alla Direzione centrale di Anas per le situazioni di pericolo registrate da molti utenti e residenti della zona». Il consigliere regionale Vittorio Mazza, fa arrivare la sua segnalazione a Roma. Lo stato di degrado e di pericolo in cui si trova la strada ex provinciale, è sotto gli occhi di tutti: buche che nel tempo sono diventate delle vere e proprie voragini, intervallate da pezze di asfalto nuovo. Sulla questione Mazza era già intervenuto, ora continua la sua battaglia affinchè la strada venga sistemata. «I pericoli sono tangibili e si riferiscono alle pessime condizioni del manto stradale, alla mancanza di protezioni, all’assenza di segnalazioni e ai cedimenti presenti in diversi tratti – spiega il consigliere regionale – . Pertanto, ho chiesto formalmente ai vertici di Anas di avviare il procedimento amministrativo e di comunicarmi le varie fasi dell’iter».