Lega Nord: 10 idee per rilanciare Genova capitale del Mediterraneo

Visita davanti all’immobile di via XX che ospita gli immigrati: “Dall’11 giugno, con la Lega al governo di Genova, questo andazzo finirà”

“Penso che Genova sia una città spettacolare che è stata abbandonata, aiutare le imprese, far vivere i cittadini in sicurezza, vuol dire rilanciare tutto il paese. Mi auguro che si guardi al nostro candidato come a un’alternativa credibile, il Centrodestra lo sta dimostrando in regione e lo può fare anche in comune”.

Massimiliano Fedriga, capogruppo della Lega Nord alla Camera dei Deputati vede con molto ottimismo le elezioni nel capoluogo ligure. Oggi la sua visita a Genova, dove ha incontrato il candidato del Centrodestra Marco Bucci e ha partecipato alla presentazione dei “dieci punti per Genova”. Temi che vanno sicurezza allo sviluppo, dal porto, al turismo, alla lotta al degrado.

“Crediamo che l’amministrazione comunale negli ultimi 5 anni su questi temi ha dato il peggio di sé – spiega il segretario regionale, Edoardo Rixi – il degrado è aumentato in città in maniera vistosa in quasi tutti i quartieri, anche in quelli che tradizionalmente avevano una buona manutenzione. Questo ha portato a un aumento anche dell’insicurezza percepita dai cittadini quindi oggi ci sono moltissimi genovesi che all’imbrunire, quando chiudono le saracinesche, hanno paura a uscire di casa. È chiaro che in una città del 2018 non è possibile pensare di vivere con la paura di uscire alla sera fuori di casa. Quindi per noi è fondamentale ripristinare legalità e sicurezza nei nostri quartieri e gestire in maniera assolutamente diversa tutto quello che riguarda la sicurezza urbana. Oltre a questo – conclude – bisogna mettere un forte freno ad esempio all’introduzione diffusa dell’accoglienza sugli immigrati”.

Queste le 10 idee per Genova capitale del Mediterraneo.

SVILUPPO. Genova deve uscire dall’isolamento dovuto a decenni di cattiva amministrazione. La Genova, che vogliamo per il nostro futuro e quello dei nostri figli, è una città capace di confrontarsi e di essere competitiva con aree più produttive del Paese e dell’Europa

PORTO. È la prima industria della nostra città. Investimenti per la logistica e i collegamenti, realizzazione di un autoparco moderno a servizio dello scalo.

IMPRESE. Le aree industriali dismesse vanno riutilizzate a fini produttivi: con una politica di incentivi e di defiscalizzazione agevoliamo i nuovi insediamenti, la nascita di imprese e di nuovi posti di lavoro.

TASSE. La fiscalità locale deve essere ridotta per le attività che producono sviluppo e sana occupazione. Attraverso l’efficientamento della macchina burocratica e la semplificazione normativa, i servizi pubblici (raccolta rifiuti, trasporto pubblico) saranno meno costosi per i cittadini e più efficienti.

SICUREZZA E IMMIGRAZIONE. Potenziamento del servizio di videosorveglianza, sgravi fiscali per condomìni e negozi che installino telecamere. Restyling completo di tutti gli impianti di illuminazione pubblica cittadina. Riapertura distretti polizia municipale in quartieri a rischio. Stop ad accoglienza diffusa di immigrati irregolari.

TASK FORCE ANTIDEGRADO. Una mappatura quartiere per quartiere delle situazioni di degrado, assenza di manutenzione. Ripristino delle condizioni di decoro urbano con una task force municipale, che coinvolga anche cittadini volontari.

POLITICHE SOCIALI. Revisione totale dell’attuale sistema che penalizza le famiglie genovesi in difficoltà, chi ha perso il posto di lavoro o è in cassa integrazione, i genitori separati. Priorità ai genovesi per l’assegnazione delle case popolari.

COMMERCIO. Patti d’area in tutti i quartieri per promuovere apertura e riqualificazione dei negozi di vicinato, di vendita di prodotti artigianali ed enogastronomici del territorio, di qualità e di tradizione locale. Meno burocrazia e abbattimento costi per occupazione suolo per dehors. Stop ad abusivismo e vendita illegale di prodotti contraffatti. Chiusura del mercatino di corso Quadrio.

AMBIENTE. Una delega specifica per le vallate e i quartieri di cintura.Recupero delle aree verdi urbane, messa in sicurezza e valorizzazione dei percorsi pedonali nei quartieri di vallata. Pulizia sistematica degli alvei di rii e torrenti. Contrasto preventivo della presenza urbana di fauna selvatica pericolosa per automobilisti e motociclisti.

TURISMO. Valorizzazione del sistema dei Forti genovesi, realizzazione di un nuovo mercato del pesce come attrattiva enogastronomica sul fronte mare, promozione di tour turistici da Porto Antico alle delegazioni e al cuore del centro storico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: