Papilloma virus, Puggioni (Lega): “Vaccino importante anche per la popolazione maschile”

Liguria. Il consigliere regionale Alessandro Puggioni della Lega Nord ha portato quest’oggi in sede consiliare una questione importante legata alla vaccinazione della popolazione maschile contro l’HPV.

“Si tratta di un’infezione – spiega Puggioni – molto frequente nella popolazione che si trasmette principalmente per via sessuale e di solito ha una valenza transitoria e asintomatica. Però, nel caso in cui persistesse, potrebbe portare seri problemi di salute fino al tumore”.

Il consigliere leghista sottolinea come erroneamente si pensi che tale malattia, detta anche Papilloma virus, sia un’esclusiva tutta al femminile.

“Fino a poco tempo fa – aggiunge – in molti Paesi le campagne vaccinali contro l’HPV si sono concentrate nella popolazione femminile, ponendosi come obiettivo primario la prevenzione delle neoplasie della cervice uterina. Tuttavia, negli ultimi anni, grazie ad una migliore conoscenza dell’infezione, delle sue manifestazioni cliniche nel maschio e alla successiva approvazione del vaccino quadrivalente anche per il sesso maschile, alcune Società scientifiche hanno suggerito un approccio più lungimirante e ad ampio spettro raccomandando l’estensione della vaccinazione anche alla popolazione maschile”.

In Liguria infatti, oltre alla vaccinazione gratuita nei confronti delle ragazze comprese nella fascia di età tra l’undicesimo e il dodicesimo anno di età e i bimbi maschi.

“Sono soddisfatto – conclude il consigliere – della risposta che mi è stata data dall’assessore alla Sanità che ha mostrato apertura sull’argomento, informando il consiglio che a breve convocherà la Commissione regionale Vaccini e Malattie Infettive, con lo scopo di promuovere proprio una campagna di informazione volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di effettuare la vaccinazione. Mi congratulo con l’assessore inoltre, per la delibera approvata in Giunta, in cui si estende l’offerta gratuita della vaccinazione Hpv, con formulazione quadrivalente, ai ragazzi dai 21 ai 26 anni e alle ragazze tra i 22 e i 44 anni malati di Hiv”.

Tratto da Genova24.it 19-01-16

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: