Primo intervento del Consigliere Municipale – Municipio I Centro Est -Genova Costa Mario Alessandro

Intervento in occasione della prima riunione del consiglio del municipio centro est per il giorno 28-05-2012.

 

Buon giorno a tutti!

Signor Presidente, Signori Consiglieri, signore e signori presenti mi chiamo Mario Alessandro Costa, sono un pensionato dei vigili del fuoco ed ho prestato servizio per circa 34 anni nel comando provinciale di Genova.

Ho partecipato ai soccorsi delle popolazioni in occasione delle più grandi calamità che sono avvenute nel nostro paese. 

Credo quindi di avere una certa esperienza per quanto rigurada la protezione civile, esperienza che sono pronto a mettere a disposizione nel caso fosse necessario.

In sede di presentazione ci tengo a sottolineare che sono una persona che per principio porta ed esige il rispetto incondizionato di tutti.

Ciò che posso promettere è che l’impegno da parte mia non mancherà mai: sono stato eletto come consigliere nelle liste della lega nord e ne sono orgoglioso.

Mi definisco un cittadino normale e sono un cattolico praticante.

Combattiamo per evitare l’invasione straniera indiscriminata e ci limitiamo a difendere quello che consideriamo il nostro territorio, la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra religione e vorrei dire anche la nostra famiglia. La posizione politica della Lega Nord è nota a tutti e di certo la porteremo avanti, perché noi al contrario di altri, abbiamo un’idea ed un progetto, magari anche non condivisibile, ma in questo noi crediamo.

Constatiamo che alle recenti consultazioni elettorali nel municipio centro est abbiamo quasi raddoppiato i voti. Questo a nostro giudizio è stato il frutto di innumerevoli battaglie politiche fatte da noi giornalmente sul territorio. Ad iniziare da quanto fatto per impedire lo scellerato progetto per costruire la moschea al lagaccio. Ignorando volutamente le promesse fatte ai cittadini. Dal referendum, alle manifestazioni, dalla raccolta firme, alle fiaccolate.

Non per ultimo ci siamo battuti per mantenere l’ambulatorio ASL in via bari e contro il trasferimento di alcuni reparti dell’ospedale evangelico. Per quanto riguarda gli altri quartieri il nostro impegno politico non è stato da meno. Le nostre iniziative nel centro storico sono state volte a contrastare la delinquenza, l’immigrazione selvaggia incontrollata e anche lo spaventoso degrado.

Tutto questo non è bastato poiché il problema è risolvibile solo con provvedimenti radicali. Ci stiamo avviando verso il completo abbandono della popolazione indigena, specialmente nelle attività commerciali: vedi via della maddalena, vigne, campetto ed altre zone che al tramonto diventano “terra di nessuno” e zona franca.

Per tornare al nostro municipio posso dire che se la prossima giunta prenderà dei provvedimenti per migliorare la vita degli abitanti dei quartieri avremo un comportamento collaborativo e costruttivo.

Se invece prevarranno le logiche partitiche e quant’altro saremo fermi, inflessibili e non faremo sconti a nessuno. Rispetteremo la prossima giunta e auguriamo al nuovo presidente i migliori auguri di un buon lavoro, del resto, con la coalizione che si ritrova ne avrà bisogno.

Aspetteremo che finisca la cosiddetta luna di miele, vedremo poi le contradizioni che emergeranno e ci comporteremo di conseguenza.

Da parte nostra non ci saranno ne tranelli ne’ trabocchetti ma lealtà e correttezza.

Per finire, a tutti i consiglieri benevolmente dico: che lo vogliate o no, mi dovrete sopportare per cinque anni.

Grazie a tutti per l’attenzione.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: