Pucciarelli: “Cacciamo la Boldrini a calci nel sedere”

Il consigliere regionale della Lega Nord suona la carica dal Santa Caterina Park Hotel di Sarzana, in occasione dell’incontro con Magdi Allam. All’orizzonte la corsa per il Senato.

Sarzana – Val di Magra – Oltre centoventi persone hanno affollato stasera la sala conferenza del Santa Caterina Park Hotel in occasione del passaggio sarzanese del giornalista e scrittore italo egiziano Magdi Cristiano Allam, capitato in Val di Magra per presentare il suo nuovo libro ‘Il Corano senza veli’ (e per parlare di immigrazione, vedi QUI). A organizzare l’iniziativa una Lega Nord spezzina con i motori già caldissimi in vista del voto del 4 marzo. Tra gli esponenti del Carroccio presenti, il consigliere regionale Stefania Pucciarelli, il segretario provinciale Fabrizio Zanicotti, il presidente dell’assemblea regionale Francesco Bruzzone, tutti i consiglieri comunali spezzini, compreso Lorenzo Viviani, candidato alle politiche come i menzionati Pucciarelli e Bruzzone. E c’era anche una buona schiera di alleati, come il consigliere regionale Andrea Costa (che corre da capolista nel plurinominale con ‘Noi con l’Italia’), il vice sindaco della Spezia Manuela Gagliardi (pronta a ‘sfidare’ Caleo per un posto alla Camera), il sindaco del capoluogo Pierluigi Peracchini e il leader di ‘Sarzana popolare’ Roberto Italiani.

Prima di dare spazio ad Allam, il consigliere Pucciarelli ha calamitato l’attenzione della platea con una vibrante introduzione. “L’immigrazione incontrollata che abbiamo avuto negli ultimi cinque anni grazie ai governi Pd – ha esordito – ha assunto dimensioni esorbitanti, creando tensione sociale. Gran parte degli immigrati sono di fede e cultura musulmana. Il Pd e la sinistra legittimano e sostengono l’Islam, che ha nel suo dna la conquista e la sottomissione degli infedeli, l’inferiorità antropologica della donna e un rapporto astorico e fideistico con il Corano, che descrive la vita di un profeta guerriero e sanguinario”.

La candidata ha opposto “la Mogherini e la Boldrini che indossano il velo in ossequio ai più maschilisti precetti islamici” alla “fierezza di Melania Trump a capo scoperto in Arabia saudita”, puntando il dito “contro quelle che Oriana Fallaci chiamava femministe coccodè” e contro “le femministe radical chich che applaudono dive milionarie americane che starnazzano contro Trump ma non hanno il coraggio di guardare negli occhi il vero mostro e di accusare gran parte dell’Islam di un maschilismo che degenera spesso in femminicidio, stupro e sevizie”.

La Pucciarelli ha rivendicato azioni politiche sviluppate a livello regionale come la “legge anti moschee”, la mozione “che impegna le Asl a combattere la macellazione halal fai da te” o il divieto di ingresso in locali pubblici con il volto coperto. “Il burqa e il niqab – ha dichiarato – non sono compatibili con la nostra cultura, dove le donne sono libere di autodeterminarsi. Questo non ce lo può impedire nessuno. Per prima Laura Boldrini, che deve essere mandata a casa a calci nel sedere”.

Giovedì 1 febbraio 2018 alle 20:48:24
N.RE
http://www.cittadellaspezia.com/Sarzana-Val-di-Magra/Politica/Pucciarelli-Cacciamo-la-Boldrini-a-calci-nel-sedere-252253.aspx

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: