Recco: immigrazione e accoglienza con Iwobi

  

Da Franco Senarega, vice segretario nazionale e vice capogruppo regionale Lega Nord Liguria, riceviamo e pubblichiamo

Pienone ieri sera alla Sala Polivalente di Recco, dove il responsabile del Dipartimento Immigrazione della Lega Nord, il nigeriano d’origine Tony Iwobi, ha spiegato la scomoda verità sul tema “Immigrazione e accoglienza”. L’interessante dibattito, condotto dal giornalista del Secolo XIX Edoardo Meoli, ha coinvolto anche il deputato leghista Marco Rondini, il segretario della Lega Nord Liguria ed assessore regionale Edoardo Rixi, il vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale.

“In modo pacato, ma altrettanto determinato – spiega il vice segretario regionale del Carroccio Franco Senarega – sono stati elencati i dati reali sul fenomeno dell’immigrazione in Italia. Nei primi mesi del 2017 si è già registrato un aumento del 35% degli sbarchi dei migranti , rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La previsione del ministero dell’Interno è da record perché ne arriveranno circa 250mila.

Alla luce di questi numeri allarmanti, il provvedimento proposto dal Ministro Marco Minniti ed approvato dal Parlamento, risulta estremamente debole di efficacia. Basti pensare che i nuovi centri definiti CPR (ex CIE) che passeranno dagli attuali 4 a 20, ospiteranno al massimo 150 immigrati per un totale di soli 1600 posti. Pertanto, la possibilità di accertare il vero status dei richiedenti asilo appare troppo limitata.

Inoltre, se lo sforzo per snellire le pratiche presso i Tribunali avrà ricadute marginali in merito ai controlli ed agli accertamenti sullo status dei migranti, sicuramente il fatto di impegnare molti magistrati su questo fronte rallenterà ulteriormente la macchina giudiziaria”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: