Regionali, Viale: “Sempre più liguri si avvicinano alla Lega”.

Regionali, Viale: “Sempre più liguri si avvicinano alla Lega”.

Il segretario regionale della Lega Nord Liguria e candidata vicepresidente della Regione per la coalizione di centrodestra alle prossime regionali commenta la domenica di tour elettorale del segretario federale Matteo Salvini, tra Ventimiglia  e Genova. “Sono soddisfatta che, al termine della giornata alla presenza del candidato presidente Giovanni Toti, il segretario della Lega Nord Salvini  abbia dichiarato che, nella prossima Giunta regionale, dovrà essere la Lega Nord a occuparsi di sicurezza. Basta occupazioni abusive, aggressioni dei centri sociali e accoglienza di clandestini negli alberghi. Le forze dell’ordine devono tornare a tutelare la sicurezza dei cittadini. Gli incontri con i lavoratori  traditi dalla sinistra, fanno infuriare le truppe cammellate della sinistra che ci impediscono di parlare. Noi andiamo avanti” 

«Sentiamo crescere, giorno dopo giorno, il consenso e la fiducia da parte di migliaia di liguri. La Lega Nord in Liguria si batte da anni a fianco di lavoratori e pensionati, unica forza politica che si è sempre opposta alle sciagurate riforme della Fornero, alle folli politiche del governo Renzi e all’assurda gestione del potere nella nostra regione della giunta Paita-Burlando.

Ieri la visita del segretario federale Matteo Salvini è stato in vero e proprio ciclone che ha portato una ventata di energia e di positività». Questo il commento a caldo di Sonia Viale, segretario regionale della Lega Nord Liguria e candidata alla vicepresidenza della Regione per la coalizione di centrodestra, il giorno dopo l’intenso tour elettorale del segretario federale Matteo Salvini che ieri ha toccato le province di Imperia, Savona e Genova.

«Abbiamo incontrato centinaia di lavoratori – dice Viale – del pastificio Agnesi di Imperia, dell’Italiana Coke, Tirreno Power e OCV in Valbormida a rischio licenziamento, i balneari schiacciati dalla Bolkestein. gli agricoltori tartassati dall’Imu agricola del governo Renzi. La Lega è al loro fianco e i lavoratori lo sanno. Evidentemente diamo fastidio a chi sa benissimo di aver tradito la fiducia dei lavoratori e ci mandano dei nullafacenti a lanciare uova davanti a una fabbrica in lotta per non chiudere.

La Lega Nord sa parlare alla gente onesta e perbene, senza ipocrisie ideologiche: le centinaia di firme raccolte, in soli due giorni, ai nostri gazebo per l’abrogazione della Legge Merlin dimostrano che le nostre battaglie e le nostre proposte stanno a cuore anche ai cittadini liguri».

Genova, 18 maggio 2015

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: