Regione, sottoscritto accordo tra Asl 2 e unione albergatori savonesi su accoglienza pazienti e loro famiglie

Regione, sottoscritto accordo tra Asl 2 e unione albergatori savonesi su accoglienza pazienti e loro famiglie.

“Questo accordo è uno strumento innovativo di lavoro, una sinergia positiva che mi impegnerò affinché possa estendersi a tutto il territorio regionale”.

Così la vicepresidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Sonia Viale durante la presentazione, questa mattina a Savona, del Protocollo d’intesa tra L’Asl 2 e L’Unione delle Associazioni Albergatori della Provincia di Savona, sottoscritto dal direttore generale della Asl 2 Eugenio Porfido e dal presidente Upasv Angelo Berlangieri. Obiettivo dell’accordo è garantire a coloro che si rivolgono alle strutture sanitarie dell’Asl2 di poter soggiornare a tariffe agevolate in una delle strutture ricettive associate all’Unione albergatori, con spirito di massima accoglienza e nell’ottica di sviluppare potenziali forme di turismo sanitario.

“Questo accordo – ha aggiunto la vicepresidente Viale – è perfettamente in linea con l’impegno che stiamo portando avanti per contrastare il fenomeno delle fughe sanitarie e far sì che la Liguria diventi sempre di più un luogo dove le persone vengono a curarsi. Oggi – ha proseguito – giochiamo in anticipo secondo la visione di una nuova sanità, che sia capace non solo di mantenere qui i liguri che devono affrontare un percorso di cura ma anche di far arrivare pazienti da fuori regione. Un altro aspetto positivo di questo documento è relativo alla promozione nelle strutture alberghiere del numero di emergenza europeo 112 che colloca la Liguria all’avanguardia in Italia anche sotto il profilo dell’accoglienza turistica: un cittadino europeo che viene qui in vacanza – ha concluso l’assessore Viale – si sentirà a casa, anche per quanto riguarda il sistema di emergenza”. La convenzione, finalizzata all’accoglienza presso le strutture aderenti all’iniziativa, è riservata agli accompagnatori dei ricoverati nelle strutture ospedaliere dell’Asl2 o a professionisti della sanità che utilizzino le stesse per motivi di studio o di lavoro.

“Questo protocollo – ha affermato il presidente Upasv Berlangieri – rappresenta uno stimolo verso la diffusione e l’organizzazione di una pluralità di prodotti, finalizzata anche a destagionalizzare ed ampliare la gamma dei servizi per una miglior attrattività e competitività. Una crescita delle performance per un’immagine del nostro territorio accogliente e sicuro a 360°. Riteniamo inoltre positiva – ha concluso – l’azione di stimolo di questa Amministrazione regionale per avviare collaborazioni tra pubblico e privato in campo sanitario che possono costituire un importante volano anche sotto il profilo turistico”. Per il direttore della Asl2 Porfido il protocollo rappresenta “un’ulteriore opportunità di sinergia, tra le tante che stiamo per dare sempre migliori servizi e risposte ai bisogni sanitari dei cittadini, in questo caso non solo della nostra regione, ma anche a persone provenienti dall’Italia o dall’estero. La nostra Azienda – ha concluso – intende operare in maniera integrata con il territorio per perseguire la propria mission sanitaria, collaborando al rilancio e alla crescita del territorio”.

Le principali caratteristiche dell’accordo sono:
– applicazione da parte della struttura ricettiva aderente del miglior prezzo di mercato, con un ulteriore sconto del 15%;
– necessità per i beneficiari di produrre l’attestazione di degenza del ricoverato ed autodichiarazione di essere un congiunto o comunque un familiare;
– pubblicizzazione dell’elenco delle strutture ricettive aderenti all’iniziativa, attraverso la pubblicazione nel sito www.upasv.it, con link diretto al sito delle stesse al fine di poterle contattare per verificarne la disponibilità e i prezzi;
– impegno dell’Asl 2 mediante la carta servizi, il sito web e l’Ufficio relazioni con il pubblico d’informare i cittadini non residenti della possibilità di usufruire di questo servizio accessorio.

Le parti si impegnano inoltre a sviluppare forme di collaborazione per fornire informazioni alle imprese ricettive sui principali adempimenti in materia di salute ed igiene dei luoghi di lavoro e degli alimenti e a divulgare il nuovo Numero Unico di Emergenza 112 in modo da informare i clienti del numero da comporre in caso di bisogno.
sanremonews.it 28-04-17

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: