Rivolta contro il pizzo della sosta, Pucciarelli ” La gente ha paura i parcheggiatori abusivi vanno allontanati”

Secolo XIX La Spezia di domenica 11 dicembre 2016, pagina 28
di Grasso Peroni Alessandro

PROTESTA IN PIAZZA MARTIRI DI LEGA, FORZA NUOVA E UNIONE CIVICA VAL DI MAGRA Rivolta contro il pizzo della sosta Pucciarelli: «La gente ha paura, i parcheggiatori abusivi vanno allontanati» ALESSANDRO GRASSO PERONI LO striscione sul quale è scritto «Riprendiamoci i nostri quartieri», è fissato all’ingresso dei portici di via Muccini. E in piazza Martiri, proprio di fronte il gruppo “Unione civica Val di Magra” guidato da Stefano Boccenti, distribuisce volantini alla popolazione: «Vogliamo essere liberi e sicuri a casa nostra», si legge tra le altre cose. Ma c’è anche la segretaria provinciale e consigliere regionale della Lega Nord Stefania Pucciarelli, con il resposabile sarzanese Spartaco Bagnone, e Andrea Moretti di Forza Nuova. Insiemea unaventinadi militanti. Sono arrivati in piazza, sotto gli occhi attenti di polizia (c’è il vice questore Gian Luca Fargnoli) e carabinieri per dimostrare contro i par-cheggiatori-molestatori abusivi. «Fatemi capire — dice Pucciarelli — Per allestire un gazebo elettorale io pago il suolo pubblico, qui e in tanti altri parcheggi di Sarzana e della provincia, invece assistiamo a scene gratuite di pressanti richieste di pizzo da parte di parcheggiatori abusivi, migranti o presunti tali che a volte diventano vere vessazioni. Io dico, ma il sindaco Cavarra che fa? Nicchia? Lui e i suoi colleghi — aggiunge — hanno a disposizione gli strumenti operativi per evitare che certe scene accadano, e invece colpevolmente lasciano fare, si disinteressano completamente, ed è questa la vera vergogna».

All’arrivo dei manifestanti «c’erano quattro parcheggia-tori abusivi che poi sono sempre i soliti e che conoscono tutti — dice Moretti — Sono scappati e adesso sono in altre aree parcheggio. E’ opprimente il clima di insicurezza diffusa soprattutto per donne e anziani, inaccettabile in una realtà come la nostra. La gente è a rischio danneggiamento delle vetture, noi diciamo no a questa illegalità». Con il “Mercato della Terra di Slow Food” a 10 metri di distanza, fino a mezzogiorno in piazza sono transitate centinaia di persone, ognuna ha ricevuto il suo volantino, e ognuna si è fermata a ringraziare i manifestanti». Boccenti sottolinea: «Siamo qui anche in rappresentanza di associazioni e gruppi nati su Facebook quali “Il mugugno sarzanese” e “Oltre”, che quotidianamente si interessano dei problemi cittadini chiedendo che siano risolti dalle autorità preposte. Nel caso degli abusivi, non accade mai nulla, servono maggiori controlli, e noi abbiamo il diritto di vivere sereni. Abbiamo chiesto a tutti di non sottostare alle vessazioni e non esitare a chiamare le forze dell’ordine a ogni minaccia che si riceve». II gruppo “Unione civica Val di Magra” è attivo anch’esso su Facebook, e invita tutti coloro che vivono situazioni difficili a segnalare direttamente dove, come e quando accadono. Ieri nessun incidente, tutto molto tranquillo. Ma la tensione cova sottotraccia.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: