Rixi benedice Gandolfo: «È il nostro uomo»

Secolo XIX Levante di martedì 12 febbraio 2019

di Meoli Edoardo

RECCO Rixi benedice Gandolfo: «E il nostro uomo» È il candidato del centrodestra. In lista anche la moglie del sindaco uscente Dario Capurro e l’ex sindaco dei ragazzi Edoardo Meoli /REcco Il sigillo definitivo sull’alleanza con la Lega lo ha messo il vice ministro Edoardo Rixi: «Carlo Gandolfo è il nostro candidato. È una persona seria e siamo certi che rispetterà i patti, a cominciare da una nuova politica per Recco, nel segno della discontinuità e dei valori del centrodestra. Gandolfo si assume una grande responsabilità, perché fare il sindaco è un mestiere molto difficile». Parole pesanti e impegnative, arrivate al termine di un affollato incontro tra Gandolfo e il popolo leghista, rappresentato anche dal senatore Francesco Bruzzone, dal consigliere e recchelino doc Franco Senarega, dal segretario comprensoriale Cristiano Benvenuto. Nella mini convention andata in scena ieri pomeriggio ai Bagni Marina, sul lungomare recchese arrossato dal tramonto, erano presenti in molti e anche alcuni candidati che saranno nella lista di Gandolfo. A cominciare dallo stesso Senarega, che ha portato avanti per mesi una non facile trattativa all’interno del centrodestra: «C’è stato un momento in cui avevamo pensato di andare al voto da soli, anche a seguito della frattura nel centrodestra e ancor più per una serie di scelte sbagliate in alcuni settori chiave per la Lega come l’immigrazione e la sicurezza. Poi è uscito fuori l’incontro con Gandolfo e soprattutto la convinzione in un progetto politico che ci ha convinto. Per questo abbiamo deciso l’accordo, che riprende perfettamente la linea che è risultata vincente a Recco, a Genova, in Liguria». La Lega, naturalmente avrà un peso rilevante in caso di vittoria: ovvero il vice sindaco e qualche assessore di peso. Gandolfo, naturalmente, ha ringraziato: «Daremo il massimo per rilanciare la nostra città. Presto decideremo anche il nome della lista, ma quello che dobbiamo fare adesso è parlare con le persone, coinvolgere la città nel nostro progetto. Se saremo capaci di fare capire i nostri obiettivi, potremo vincere». Intanto, al di là degli schemi elettorali che vedono il centro destro compattato su Gandolfo, è anche arrivato ilmomento dei primi nomi di lista. Dati per sicuri i nomi di Caterina Peragallo, attuale assessore e record woman di preferenze cinque anni fa, e di Paolo Badalini, attuale presidente del consiglio comunale, è ormai sicura la presenza in lista di Francesca Aprile, storica rappresentante della destra sociale e moglie del sindaco uscente Dario Capurro: «Spero di incontrare presto Capurro, che è una persona molto seria e un ottimo amministratore», ha tenuto a dire lo stesso Rixi. L’avversario da battere è, come noto, Gianluca Buccilli: «Non sarà facile, ma vogliamo vincere», dice ancora Gandolfo. In lista anche Nanni Capurro, già consigliere in passato, commerciane e vice presidente della Pro Loco. Tra i giovani la sorpresa è Davide Manerba, 19 anni, già sindaco dei ragazzi qualche anno fa e molto vicino al mondo cattolico più integralista.

«Daremo il massimo per rilanciare la città. dobbiamo coim ol Bere la gente nel progetto» CHI È CARLO GANDOLFO (nella foto con la compagna Cristina), recchese, è nato il 20 dicembre 1963. Commerciante nel settore dell’abbigliamento siede in consiglio comunale da cinque mandati. Assessore in quattro diverse amministrazioni, attualmente gli sono affidate le deleghe a Urbanistica, Edilizia privata, Attività produttive e Suap. Correrà con una lista civica appoggiata dal suo partito, Fratelli d’Italia, e da Lega, Forza Italia e Popolari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: