Rixi – ospedale di Busalla dopo l’emergenza profughi torni al servizio dei cittadini della Valle Scrivia

L’emergenza profughi è finita, è ora che l’ospedale di Busalla torni al servizio dei cittadini della Valle Scrivia. Intervento di Edoardo Rixi, Capogruppo del Carroccio in Regione, riguardo all’ex ospedale Frugone di Busalla, recentemente chiuso e trasformato in un centro di accoglienza per immigrati nordafricani. Secondo il Consigliere leghista “Con l’interrogazione discussa oggi abbiamo affrontato la fattispecie di Busalla, dove un ex ospedale recentemente ammodernato, con la spesa di 4 milioni di euro nel 2008, è stato destinato all’accoglienza di immigrati nordafricani giunti a seguito della guerra in Libia. Peccato che da un lato l’accoglienza è durata più del conflitto stesso e dall’altro la struttura sanitaria continua ad essere inutilizzata per il suo scopo originario. Anche i cittadini della Valle Scrivia si erano dichiarati contrari a tale scelta della Giunta di sinistra, raccogliendo centinaia di firme. Nella discussione di oggi l’Assessore regionale alla salute ha dichiarato che l’ex ospedale Frugone dal 2013 non tornerà a svolgere le sue funzioni sanitarie ma verrà trasformato in una Residenza Sanitaria per Anziani. Questa risposta non basta e è contraria alle indicazioni dei cittadini della vallata che hanno chiesto un punto di primo soccorso e di riunire nella struttura dell’ex ospedale Frugone i servizi sanitari sparsi nella vallata” continua Rixi “mi aspetto un impegno scritto e formale da parte dell’Assessore Montaldo che vada incontro alle esigenze del nostro entroterra, al fine di una piastra poliambulatoriale ed un presidio di primo soccorso come già chiesto dall’amministrazione comunale di Busalla.” A seguito della discussione di oggi il Capogruppo Rixi annuncia che nei prossimi giorni sarà a Busalla per effettuare un sopraluogo accompagnato dal Sindaco.Edoardo Rixi Capogruppo in Regione Lega Nord Liguria

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: