Sanità, più controlli su liste d’attesa e attività privata dei camici bianchi

Secolo XIX Genova di martedì 20 dicembre 2016

Più controlli su liste d’attesa e attività privata dei camici bianchi


REGIONE Più controlli su liste d’attesa e attività privata dei camici bianchi È STATO PRESENTATO, in Regione, il rapporto operativo preliminare sull’applicazione della normativa anticorruzione e trasparenza: un pamphlet di circa 100 pagine che raccoglie il frutto del confronto sulle moda-lita e buone pratiche attuate sul territorio. A presentare il rapporto, al quale hanno contribuito le aziende sanitarie e ospedaliere liguri e i direttori e i responsabili dell’anticorruzione della Asl, l’assessore alla sanità Sonia Viale i cui uffici hanno coordinato il gruppo di lavoro. Tra le aree selezionate ci sono la farmaceutica, i dispositivi, le tecnologie, le strutture private accreditate, le liste d’attesa, le attività libero professionali e la gestione dei contratti pubblici. «Credo molto in questo strumento per l’anticorruzione e sulla trasparenza della pubblica amministrazione, in particolar modo nel mondo sanitario – ha detto Viale – che oltre a rappresentare l’80% del bilancio della Regione è settore delicato. Ogni opacità dev’essere combattuta. II mio assessorato e tutti i direttori generali delle Asl dobbiamo predisporre strumenti a intercettare quei luoghi dove per consuetudine e per opa-cita possono succeder fatti delittuosi».

***

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: