Sanremo: la band canta ‘Everybody Need Salvini’, Oddo suona il basso e Matteo Salvini conferma il ‘no all’euro’

Comizio dell’europarlamentare della Lega Nord, Matteo Salvini, questa sera in piazza Borea D’Olmo a Sanremo, a sostegno della candidatura di Davide Oddo, che si presenta per la lista del ‘Carroccio’ e per quella civica ‘Ricostruiamo Sanremo’. Salvini è stato accolto sul palco con una particolare versione di’Everybody need somebody’, tradotta in ‘Everybody need Salvini’ e con un particolare Davide Oddo, che si è esibito al basso.
Poco prima del comizio Salvini ha rigettato una domanda sulle dichiarazioni di Silvio Berlusconi sui lager nazisti, rispondendo così: “Alla gente non interessano le polemiche inutili su nazisti e lagher e mi spiace che Berlusconi non parli di problemi concreti e, invece, parli di cazzate”.
A Sanremo Matteo Salvini anche per dire no all’Euro: “L’Euro è finito – ha detto – e quindi noi stiamo preparando il giorno dopo e l’uscita di sicurezza. Fuori dall’Euro si riparte con i lavoro e la speranza. Siamo a Sanremo anche per parlare di sicurezza perchè le notizie anche di oggi vedono centinaia di migliaia di persone che cercano di arrivare. La Lega deve fare qualcosa”. Cosa vuole dire garantire la sicurezza: “Prima i sanremesi, i liguri e gli italiani in tutto: nelle case popolari, nei contributi pubblici e poi il controllo ed essere dalle forze dell’ordine. Cosa che invece spesso la sinistra non fa”. Perchè a Sanremo dovrebbero votare come Sindaco Davide Oddo? “Perchè ha già fatto il Sindaco e sa come si fa”. Un commento sulla simbiosi Lega e ‘Ricostruiamo l’Italia’ di Flavio Tosi: “Il modello Lega più liste civiche è stato vincente in molte città del Nord e spero che lo sia anche a Sanremo”. Sanremo ha vissuto una grande immigrazione dal Sud, non pensa che la Lega possa trovare qualche difficoltà: “Noi abbiamo tantissimi consensi al Sud dove saremo presenti alle Europee. Io la settimana prossima sarò in Calabria, Puglia e Sicilia perchè il ‘no euro’ ed il ‘no immigrazione’ non è solo dei sanremesi, perchè chi è arrivato dalla Sicilia e dall’Abruzzo ha diritto di arrivare prima degli altri. Il ‘prima gli italiani’ vale al Nord e vale al Sud”.
E’ sul palco, Salvini ha chiesto a gran voce la tassazione sulla prostituzione: “Potrebbe azzerare le tasse sulla casa – ha detto – e penso che tutti saremmo d’accordo su questo”. Ha chiesto una firma contro la riforma Fornero ed una moneta più giusta: “L’Euro non lo è e sembra chiaro a tutti che ci ha rovinato. Sono convinto che, chi prima esce dall’euro meno perde. Certo, siamo soli contro tutti anche a Sanremo. Ed in proposito dico chiaramente che un sindaco della Lega deve essere onesto e deve difendere prima gli italiani. E Oddo è tutto questo!”
Il candidato a Sindaco, poco prima dell’arrivo di Salvini, ha confermato i concetti che lo hanno portato al suo ritorno in ‘campo’: “Siamo qui per metterci a disposizione di una città che non è come dovrebbe essere. Non sarà facile e la decisione è stata sofferta da parte mia e degli altri che si sono rimessi in gioco. La situazione politica ed economica del nostro paese e della nostra città è ben nota e siamo preoccupati. Ma è proprio questo il momento di mettersi a disposizione”.

Tratto da San Remo News – 29-04-14

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: