Savona, ecco il Numero Unico per le emergenze: come funziona il nuovo “112”

La presentazione del nuovo servizio da parte della Asl 2 savonese alla presenza del presidente Giovanni Toti e dell’assessore Sonia Viale

Savona. Sarà attivo da domani in provincia di Savona il Numero Unico per le Emergenze 112, già operativo dal 14 febbraio scorso nel Genovesato: entro primavera sarà operativo in tutta la Liguria, al via dal 28 marzo a Spezia e dal 19 aprile a Imperia. Questa mattina, alla presenza del governatore della Liguria Giovanni Toti e dell’assessore regionale alla sanità Sonia Viale, si è svolta la presentazione del nuovo servizio presso l’aula magna dell’ospedale San Paolo di Savona.

“Gli operatori rispondono in circa 3 secondi. I soccorsi sono pronti a partire e sanno già dove andare prima ancora che la centrale trasferisca la chiamata agli operatori di secondo livello. Un’intera chiamata viene gestita, in media, in meno di un minuto dal momento della risposta. Il sistema permette di localizzare immediatamente anche persone che chiamano senza riuscire a parlare. Ed è impossibile sbagliare numero: qualsiasi si chiami (112, 113, 115 o 118) risponderà sempre la centrale giusta”. Ecco, riassunti in poche righe, i punti di forza del NUE, il Numero Unico di Emergenza che da domani alle 14:30 diventerà operativo in provincia di Savona.

La Liguria è la terza regione italiana ad adottare il sistema, ampiamente diffuso in Europa ed “importato” nel nostro Paese dalla Lombardia. In questi giorni è stato testato già a Genova, con risultati definiti “significativi”.

La svolta è molto più profonda di quanto possa sembrare: a cambiare non è solo un numero di telefono (anzi, come detto il sistema funziona anche se si telefona a uno dei “vecchi” numeri anziché il 112), ma l’intero meccanismo di gestione delle emergenze, con professionisti specializzati e nuove tecnologie (come app o geolocalizzazione) a farla da padrone.

numero unico savona

“Il numero unico di emergenza è un passo in avanti verso il futuro, verso un sistema per salvare vite umane e per fare in modo che la Liguria si allineai a pieno titolo all’Europa, quell’Europa che ci piace perché facilita la vita dei cittadini che, in caso di difficoltà, sanno che devono fare un unico numero sia in caso di incendio o di qualsiasi altra emergenza, legata alla salute o alla sicurezza” ha detto l’assessore Sonia Viale.

“La novità in Liguria è che questo servizio è stato affidato come soggetto attuatore al San Martino e quindi in quel caso c’è un pool di persone specializzate del 112 che hanno il compito di affrontare in prima battuta le telefonate dei cittadini. Uno dei valori aggiunti è che vengono fermate le telefonate non di emergenza, così non si intasano le chiamate sui centralini delle forze dell’ordine o del 118, in modo che si intervenga nell’arco di 5 secondi con l’operatore dedicato”.

Savona, ecco il Numero Unico per le emergenze: come funziona il nuovo “112”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: