“Senza barriere” nel Parco di Portofino: 2 percorsi dedicati alle persone con handicap

Portofino. Una giornata ‘senza barriere’ nel Parco di Portofino, con la possibilità, anche per i portatori di handicap e per le persone con difficoltà motorie, di poter trascorrere il proprio tempo all’aria aperta tra le bellezze del promontorio. È il progetto “Handiamo al parco di Portofino”, in programma sabato 13 maggio (in caso di maltempo l’iniziativa sarà rimandata a sabato 20 maggio) organizzato dall’associazione “Serenamente and Friends”, in collaborazione con l’ente Parco e con il patrocinio di Regione Liguria, Consulta regionale delle persone handicappate, dei Comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure. Testimonial dell’iniziativa, il campione paralimpico di handbike (due ori a Rio 2016) Vittorio Podestà.

“Regione Liguria – ha spiegato la vicepresidente e assessore regionale alla Salute e alle Politiche sociali Sonia Viale, durante la conferenza stampa di questa mattina – è attenta alle tematiche collegate alla disabilità, non solo in ambito sociale e sanitario, ma anche in ogni aspetto del vivere quotidiano attraverso il lavoro, lo sport, la vita indipendente, il tempo libero e il divertimento. Questa iniziativa, oltre ad avere una finalità benefica, è frutto di un lavoro di squadra tra Regione, istituzioni territoriali e mondo dell’associazionismo e intende promuove anche i corretti stili di vita: per questo, come assessore alla Sanità, invito tutti a partecipare. Estendere la promozione e la fruizione delle nostre bellezze regionali anche alle persone diversamente abili penso possa costituire un semplice, ma efficace strumento di inclusione sociale e un arricchimento per tutti”.

“Abbiamo progetti importanti – ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino – rivolti al mondo della disabilità dal punto di vista turistico, ad esempio la GuidaMare con le 63 spiagge accessibili. Il turismo accessibile è tra le linee guida per il prossimo triennio di Regione Liguria: rendere fruibile a tutti le bellezze del nostro territorio è un impegno di giustizia sociale, prima ancora che un fatto economico per le ricadute positive sul comparto. Lo scorso anno, sul turismo accessibile, abbiamo stanziato 100mila euro: non solo spiagge e mare, ma anche la fruizione di percorsi nell’entroterra, nei nostri borghi, su alcuni tratti della sentieristica che maggiormente si presta alla fruizione di portatori di handicap”. L’evento è legato anche a una finalità benefica: i fondi raccolti dalle iscrizioni serviranno per l’acquisto di uno scooter elettrico, allo scopo di facilitare la mobilità delle persone con difficoltà motorie, all’interno dell’area.

Due i percorsi previsti per la visita del Parco per sabato 13 maggio (dalle ore 10): quello Vetta-Pietre strette con accompagnatori sulla segnavia Giallo e quello Pietre Strette-Semaforo nuovo con segnavia Blu. Prevista anche la possibilità di allungare il percorso nel Parco da località Pietre Strette fino a San Fruttuoso di Camogli, con risalita per Base zero, Ghedelli e Pietre strette. Verranno, inoltre, allestiti due punti ristoro con prodotti del territorio.

Genova24.it 04 maggio 2017
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: