A Sestri Levante, interrogazione del consigliere Albino Armanino. L’amministrazione comunale risponde che non c’è alcun costo a carico dell’ente pubblico per le presenze di immigrati in città.

Almeno alcuni dei dieci extracomunitari presenti a Sestri Levante frequentano regolarmente una palestra cittadina. Lo riferisce il consigliere comunale Albino Armanino, che, però, allora, ha presentato una interrogazione per chiedere da chi sia pagata la palestra. Oggi, attraverso la stampa, l’assessore Lucia Pinasco esclude completamente che ci sia alcun costo a carico del Comune per la presenza dei richiedenti asilo. La palestra, dunque, può essere uno degli elementi pagati dalla cooperativa che gestisce il programma di accoglienza, ma si precisa anche che tre dei dieci stranieri hanno trovato lavoro e dunque possono gestire pure risorse personali.

Radio Aldebaran 7 febbraio 2017