Una sala per le audizioni dei minori

Secolo XIX Savona di lunedì 25 giugno 2018

di G. Cio.

L’INIZIATIVA FINANZIATA DALLA FONDAZIONE DE MARI E VOLUTA DALLA PROCURA Una sala per le audizioni dei minori La stanza di “Iacopo” sarà inaugurata oggi nel reparto di pediatria SAVONA. Una sala per le audizioni protette dei minori coinvolti in qualche maniera in fatti di cronaca: da oggi diventera realtà e soprattutto troverà spazio nel reparto di pediatria dell’ospedale San Paolo. L’iniziativa, finanziata dalla Fondazione De Mari, è stata fortemente voluta dalla procura della Repubblica e dal Tribunale di Savona, trovando una sponda importante nell’azienda sanitaria locale 2 del Savonese che, in accordo con il primario Amnon Cohen, ha realizzato due stanze per consentire ai giudici del tribunale di ascoltare i minori mettendoli nelle condizioni psicologiche migliori. Ci sarà anche l’assessore regionale Sonia Viale, oggi a mezzogiorno, a tagliare il nastro della nuova saletta, ma soprattutto a dare il via ad un progetto sperimentale a tutela delle fasce deboli. Proprio in quest’ottica la stanzetta (soprannominata di lacopo, a ricordo di un paziente) dove ci sta il minore e la psicologa è stata arredata come una casetta ed è collegata in videoripresa a circuito chiuso con un locale vicino dove troveranno posto gli addetti ai lavori:pubblico ministero, giudici, avvocati. Un sistema adottato per consentire al personale di giustizia di vedere cosa succede nella stanza di “Iacopo” senza essere visti dal minore e quindi mettendolo nelle migliori condizioni possibili di essere sentito. All’inaugurazioni di questa mattina, oltre alle autorità, sarà presente anche la mamma del piccolo lacopo, arrivata appositamente da Venezia per raccontare la sua storia.

  1. CIO.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: