Unesco premia i “muretti a secco”, Piana: “Indispensabili per agricoltura e abitazioni”

Il presidente del consiglio regionale esprime soddisfazione per l’inserimento della caratteristica tecnica di costruzione ligure fra i beni Patrimonio dell’Umanità

Genova. Il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana esprime la propria soddisfazione per l’inserimento dell’”Arte dei muretti a secco” nell’elenco dei beni immateriali Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

«Si tratta di un prestigioso riconoscimento che, fra gli altri Paesi, premia anche l’Italia e, soprattutto, la Liguria: la nostra terra aspra e scoscesa – ha detto – ha imposto l’adozione di questo geniale sistema di costruzione, che per secoli è stato indispensabile per realizzare case, conquistare spazi da destinare all’agricoltura, sentieri e vie di comunicazione»

Piana sottolinea l’impegno della Regione per conservare questa tecnica edilizia: «La nostra amministrazione riconosce non solo il valore storico e paesaggistico dei “muretti a secco”, che disegnano il profilo dei nostri crinali sul mare e nell’entroterra, ma anche la loro preziosa funzione di presidio e difesa contro il dissesto idrogeologico del territorio e anche per questo continua a destinare risorse per il loro recupero e la loro conservazione».

 

https://www.riviera24.it/2018/11/unesco-premia-i-muretti-a-secco-piana-indispensabili-per-agricoltura-e-abitazioni-577538/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: