Ventimiglia, uno spray al peperoncino per esorcizzare la paura. Lo distribuisce la Lega

Andrea Spinosi: “Come Lega Ventimiglia siamo sempre stati attenti al fenomeno criminalità e alle donne”

Ventimiglia. Uno spray al peperoncino, per le donne iscritte alla Lega o per chi si è presentata oggi al banchetto di via Repubblica, e un fischietto.
Nella giornata contro la violenza sulle donne, la Lega di Ventimiglia è scesa in piazza distribuendo cinquanta spray al peperoncino e centocinquanta fischietti.

Banchetto Lega Ventimiglia

“Come Lega Ventimiglia siamo sempre stati attenti al fenomeno criminalità e alle donne”, ha dichiarato Andrea Spinosi, segretario cittadino della Lega, “Già in passato abbiamo organizzato corsi di autodifesa e oggi, abbiamo voluto consegnare alle nostre donne uno spray urticante da utilizzare per la prima difesa”. L’iniziativa ha subito colto il favore della cittadinanza. “Una ventina le donne che si sono presentate all’apertura del banchetto. Negli ultimi tempi, infatti, a Ventimiglia diverse donne sono state aggredite da stranieri, soprattutto a scopo di rapina”.

Per quanto concerne il fenomeno immigrazione, Spinosi ha aggiunto: “L’onorevole Flavio Di Muro ha già fatto un ottimo lavoro presentando al ministro Salvini un dossier sull’immigrazione e,in effetti, gli arrivi sono diminuiti. Il problema, però, resta quello dei respingimenti ad opera dei francesi, spalleggiati dall’Unione Europea, che chiudono i confini e ci riportano a Ventimiglia tutti gli stranieri che trovano sul territorio”. Secondo Spinosi: “Col Decreto Sicurezza, che sarà approvato entro dicembre, sono sicuro che il fenomeno diminuirà”.

Alessandro Piana

Presente in via Repubblica anche il presidente del consiglio regionale, nonché commissario provinciale della Lega Alessandro Piana: “Lo spray al peperoncino che distribuiamo oggi è uno strumento di difesa e non di offesa e permette a una donna, se aggredita, di mettersi in salvo e in sicurezza, contro quello che è un fenomenoi sempre più dilagante”. Della stessa opinione è anche una delle donne che questa mattina a ritirato lo spray: “Deve essere un deterrente e non va usato a random. E’ da tenere sempre in tasca, perché purtroppo dobbiamo proteggerci contro le sempre più frequenti aggressioni. Come spiegano anche nei corsi, la migliore difesa è la fuga e lo spray, in questo caso, deve aiutarci a scappare se ci troviamo in pericolo: non provoca danni irreversibili, blocco l’aggressore in pochi secondi, provocando tosse e lacrimazione degli occhi. Effetti che scompaiono dopo pochi minuti. Il fischietto, invece, serve per attirare l’attenzione se stiamo scappando”.

Presente al banchetto anche la vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale.

 

http://www.riviera24.it/2018/11/ventimiglia-uno-spray-al-peperoncino-per-esorcizzare-la-paura-lo-distribuisce-la-lega-ma-solo-a-chi-si-tessera-577150/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: