Immigrati, Puggioni: “Ora Rapallo provi ad opporsi agli invii”

By on 20 luglio 2017

Il consigliere regionale della Lega Nord difende però la scelta di non aver aderito allo Sprar: “Buon senso. Non c’erano certezze sui numeri in ogni caso. Accogliere solo i veri profughi”.

L’arrivo di 15 migranti a Rapallo e 6 a Chiavari, ospitati in appartamenti di proprietà demaniale individuati dalla Prefettura, continua a far discutere. Alessandro Puggioni, consigliere regionale della Lega Nord, sostiene che “non avendo aderito allo Sprar, ora Rapallo deve e può lottare con tutti i mezzi legittimi a disposizione per evitare i nuovi, ulteriori arrivi”. La scelta di non aderire, però, viene definita comunque “di buon senso”, perché “il Ministero dell’Interno ha affermato che siccome gli sbarchi non si fermeranno, ed anzi si prevede che per il 2017 aumenteranno, continuerà ad inviare in Liguria altri migranti”. Prosegue Puggioni: “La maggioranza dei cittadini i migranti non li vuole. Nè a Rapallo, né in Sicilia, né in Puglia, né in Lombardia. Quindi devono essere sì salvati, ma immediatamente respinti e riportati sulle coste da dove sono partiti, realizzando un blocco navale ed hot spot in Nordafrica e garantendo l’accesso in Italia solo ai veri profughi, che peraltro risultano solo una percentuale minima del totale (tra il 5% e il 20%).

Radio Aldebaran 20-07-17

You must be logged in to post a comment Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: