Migranti nelle canoniche per assistere i disabili nell’imperiese, Piana: “Pensare anche agli italiani in difficoltà”

By on 14 aprile 2017
alessandro-piana

“Con questa mania di ‘integrazione spinta’ e a tutti i costi, si rischia di compiere degli errori in danno della cittadinanza”

Imperia. “Quella che è un’emergenza viene gestita nel peggiore dei modi. Occorre pensare anche agli italiani in difficoltà ed essere più prudenti per tutelare i diritti dei nostri concittadini, soprattutto i più deboli.

Ora vengono fuori tutte le magagne di una storica emergenza che il nostro Paese è costretto a subire per volontà del Governo e per il tornaconto economico di alcuni. Con questa mania di ‘integrazione spinta’ e a tutti i costi, si rischia di compiere degli errori in danno della cittadinanza.

La Chiesa dovrebbe pensare ad aiutare anche i tanti italiani che sono in difficoltà. I Comuni non possono affidare l’accompagnamento dei disabili a chi non ha una specifica formazione, completa.

C’è una bella differenza tra chi deve imparare a tenere un rastrello o un pennello in mano e chi invece, improvvisamente, si vede affidare la responsabilità di seguire un disabile. Un corso di poche ore, fatto da qualche operatore di una cooperativa, sicuramente non basta per affrontare un incarico così delicato. Il ragionamento vale sia per gli italiani, sia per i migranti”- afferma Alessandro Piana (Lega Nord Liguria)

You must be logged in to post a comment Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: