Pucciarelli (Lega): «Non rinnovare più convenzione con la Coop di via Spallanzani. Centro va chiuso»

By on 29 novembre 2017

Business immigrati e disordini, appello di Pucciarelli (Lega) a Prefetto della Spezia.

LA SPEZIA – “E’ una questione di buonsenso e rispetto della legalità. La convenzione con la cooperativa che gestisce il centro di accoglienza per migranti in via Spallanzani 22 alla Spezia scade a fine dicembre. Anche alla luce dei gravi fatti avvenuti nei giorni scorsi, con i disordini creati da alcuni ospiti, per nulla pacifici, non deve essere più rinnovata. I residenti non possono continuare a essere ostaggio del business immigrati. Ora basta”.

E’ l’appello lanciato oggi al Prefetto della Spezia dal consigliere regionale della Lega Nord Liguria, Stefania Pucciarelli.

“Gli abitanti della zona – ha aggiunto Pucciarelli – hanno chiesto più volte di combattere insicurezza e degrado perché hanno il sacrosanto diritto di vivere in un posto decoroso e tranquillo, come era in passato.

Purtroppo, nonostante i precisi interventi delle Forze dell’Ordine, che non smetteremo mai di ringraziare, e dei provvedimenti del Prefetto, che ha disposto l’allontanamento dei richiedenti asilo incivili e violenti, sembrerebbe tutto inutile perché l’organizzazione pro migranti dei vari buonisti appare più forte del buonsenso e del rispetto dei diritti dei cittadini.

Infatti, ad alcuni richiedenti asilo che hanno paghetta, trasporti pubblici, wi-fi gratis, vitto, alloggio ed altri privilegi mai visti per gli italiani in difficoltà,  è stato messo a disposizione perfino un avvocato, tra quelli legati direttamente o indirettamente al business immigrati, non si sa bene pagato da chi e perché, per ricorrere al Tar della Liguria con l’obiettivo di far annullare il provvedimento della Prefettura a seguito dei disordini accaduti in via Spallanzani.

In sostanza, visto e considerato l’andazzo nelle aule dei Tribunali, ormai sotto gli occhi di tutti, c’è il forte rischio che i migranti possano continuare a restare nel palazzo e che i residenti continuino a rimanere ostaggio di quelli che si sono rivelati incivili e violenti, per nulla pacifici.

Pertanto, se il Prefetto ha il dovere di garantire l’ordine pubblico, proteggendo prima di tutto la cittadinanza, di fronte all’emergenza e a questo ulteriore rischio concreto, è necessario non rinnovare più la convenzione con il centro di accoglienza di via Spallanzani 22. Gli spezzini se lo meritano”.

You must be logged in to post a comment Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: