Rixi e il caso Facebook, Matteo Salvini come Aldo Moro: “Vigliacchi, non fermeranno la rivoluzione del buon senso”

By on 4 dicembre 2017

Il segretario regionale della Lega Nord chiede agli amministratori del social network di rimuovere la pagina incriminata (cosa che al momento ci risulta essere stata fatta)

Genova. “Atto vile e violento, prodotto della peggior vigliaccheria di chi utilizza Facebook per minacciare e nascondersi sotto falsi profili. Mi auguro che Facebook chiuda al più presto questa pagina e che le autorità competenti risalgano agli autori del post”.

Così dichiara Edoardo Rixi, segretario della Lega in Liguria, in merito alla foto pubblicata su Facebook del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, ritratto imbavagliato come Aldo Moro.

“Abbiamo passato – continua Rixi – settimane a sentire le dissertazioni di Renzi e Boldini sulle fake news, il Pd ha bloccato ore e ore il parlamento per decidere come smantellare i presunti simboli mussoliniani dagli edifici pubblici: invece di concentrarsi sulla damnatio memoriae su marmi e pietre mute, è il momento di iniziare a pensare a pene esemplari per gli autori di certe sparate, che rievocano i tempi più bui del nostro dopoguerra. Minacce e fotomontaggi non fermeranno il nostro segretario Salvini e i nostri militanti nella rivoluzione del buon senso, di cui il nostro Paese ha bisogno”.

You must be logged in to post a comment Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: