Savona, l’assessore Rixi presenta il bando da 40 milioni per imprese e professionisti

By on 24 novembre 2016

Rixi: “E’ un modo per stare vicino alle imprese che non riescono ad uscire dalla crisi”

Savona. “E’ un bando da 40 milioni di euro per aiutare moltissime imprese a creare nuove unità produttive, a ristrutturare le attuali e diversificare la produzione. E’ un modo per stare vicino alle medie, piccole e micro imprese. Credo che sia importante in questo momento fare questo bando perché, proprio a causa della difficoltà nell’accesso al credito bancario, le imprese liguri fanno fatica ad uscire dalla crisi”. Così l’assessore regionale allo sviluppo ecnomico Edoardo Rixi, questa mattina, ha presentato la dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Regione per agevolare gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese liguri e per i professionisti che realizzano investimenti sull’innovazione e dell’ammodernamento dei processi.

L’assessore Rixi ha partecipato all’incontro organizzato da Unioncamere Liguria, in qualità di soggetto coordinatore del piano di animazione economica del POR FESR 2014-2020, in collaborazione con Regione Liguria, e FILSE, il sistema camerale ed associativo ligure, nella sede di Savona della Camera di Commercio Riviere di Liguria finalizzato proprio ad illustrare i contenuti e le modalità di partecipazione al bando.

“Io credo molto nello sviluppo economico di questa Regione e spesso le aziende medio-piccole danno soddisfazioni più grandi rispetto alle grandi. Un imprenditore che non ha fiducia nel futuro deve cambiare mestiere: noi stiamo cercando di mettere delle condizioni che possano invogliare le imprese a fare investimenti” ha aggiunto Rixi.

La dotazione finanziaria messa a disposizione dalla Regione per agevolare gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese liguri e per i professionisti che realizzano  investimenti sull’innovazione e dell’ammodernamento dei processi ammonta appunto a 40 milioni. I contributi sono previsti dall’Azione 3.1.1 “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” del Piano operativo Fesr Liguria 2014-2020.

Ai contributi sono ammesse le attività manifatturiere, estrattive, di fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, fornitura acqua, reti fognarie, gestione rifiuti e risanamento, trasporto e magazzinaggio, commercio al dettaglio, ambulanti, attività di ristorazione, sportive e culturali, servizi di informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche, sanità ed assistenza sociale, riparazione di computer e di beni per uso personale e per la casa, altre attività di servizi per la persona. Il dettaglio e le limitazioni delle attività ammissibili sono specificate nell’allegato al bando regionale.

Il bando prevede agevolazioni con contributi a fondo perduto variabili dal 10 al 30% della spesa ammissibile con un taglio minimo da 25 mila euro e massimo da 50 mila. Le domande dovranno essere presentate dal 5 al 15 dicembre attraverso la piattaforma online che sarà disponibile per la compilazione delle domande a partire dal 21 novembre sul sito www.filse.it.

You must be logged in to post a comment Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: